8.9 C
New York
mercoledì, Luglio 24, 2024

Sostenibilità: FAO e Seeds&Chips per una vera ‘Generazione Fame Zero’

ROMA, 14 GIUGNO – Un nuovo accordo tra la FAO e la piattaforma Seeds&Chips vuole  promuovere l’impegno attivo dei giovani per lo sviluppo sostenibile e aprire la strada a una collaborazione più salda per ”una vera Generazione Fame Zero”.

L’organizzazione dell’Onu e l’innovativa piattaforma globale hanno unito le forze per promuovere l’innovazione e la formazione alimentare, incentrate sull’incentivazione del coinvolgimento dei giovani in iniziative di sensibilizzazione per combattere la fame e la malnutrizione e raggiungere uno sviluppo sostenibile.

José Graziano da Silva, Direttore Generale della FAO, e Marco Gualtieri, fondatore e Presidente di Seeds and Chips, hanno firmato un accordo che corona anni di stretta collaborazione e mira a raddoppiare gli sforzi per dare vita alla Generazione Fame Zero.

“Siamo partner di lunga data in molte attività e condividiamo interessi comuni, in particolare la promozione dell’impegno e della partecipazione attiva dei giovani rispetto agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (OSS) utilizzando le moderne tecnologie dell’informazione e della comunicazione per creare una vera Generazione Fame Zero”, ha dichiarato il Direttore Generale della FAO. “Lavoriamo inoltre in stretta collaborazione, promuovendo alimenti e diete più sane e nutrienti, come la dieta mediterranea”. Graziano da Silva ha sottolineato infatti che per riuscire ad ottenere sistemi alimentari sostenibili, in grado di fornire cibo sano e nutriente per tutti, il coinvolgimento del settore privato è fondamentale.

Gualtieri si è detto ”estremamente onorato di questo accordo. Il nostro obiettivo comune è quello di gettare le basi per soluzioni che possano risolvere le enormi sfide che stiamo affrontando oggi”. Egli ha inoltre rivelato che la “ricetta” di Seeds and Chips prevede “tre piccoli, ma importantissimi ingredienti: inclusione di tutte le parti interessate, coinvolgimento dei giovani e sviluppo di soluzioni concrete“. “Fanno parte di una ricetta più grande: quella per risolvere tutte le cose che non funzionano nei sistemi alimentari e per mitigare gli effetti del cambiamento climatico” ha aggiunto.

Seeds and Chips organizza uno degli eventi più importanti al mondo, che mette in luce giovani talenti e soluzioni innovative all’avanguardia a livello globale. Lo scorso maggio, durante la quinta edizione del Summit di Seeds and Chips, Maria Helena Semedo, Vicedirettore Generale della FAO, ha sottolineato che l’innovazione in agricoltura può avere un ruolo chiave nella creazione di un modo libero dalla fame.

L’agenzia delle Nazioni Unite ha anche illustrato alcune delle sue soluzioni innovative per l’agricoltura sostenibile, tra cui la tecnologia Blockchain utilizzata nella catena di approvvigionamento del caffè, l’app per dispositivi mobili FAWEWS, che aiuta gli agricoltori a individuare, monitorare e gestire la Lafigma (FAW) (un devastante parassita mangia-raccolti) – e una tecnica nucleare che arresta la riproduzione dei parassiti.

Altre iniziative realizzate dalla FAO per incrementare la sicurezza alimentare, lo sviluppo sostenibile e quello rurale includono semplici sistemi idroponici, che consentono di coltivare piante in ambienti aridi, l’uso di droni nelle coltivazioni e la trasformazione di alghe e della pelle di pesce in vestiti e accessori di abbigliamento.

Infine la FAO, in collaborazione con le altre agenzie delle Nazioni Unite con sede a Roma, IFAD e WFP, partecipa alla mostra itinerante di Seeds and Chips Obiettivi in Tour – una campagna globale rivolta alla maggiore sensibilizzazione e supporto da parte del pubblico per gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’ONU, compreso l’OSS2, che mira a porre fine alla fame.

Maria Novella Topi
Maria Novella Topihttps://onuitalia.com
Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli