8.9 C
New York
venerdì, Luglio 12, 2024

UNGA76: Johnson e il clima, ‘E’ ora che l’umanità esca dall’adolescenza’

NEW YORK, 23 SETTEMBRE – Un discorso appassionato con un linguaggio ricco ed evocativo: il premier britannico Boris Johnson ha parlato all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, privilegiando sopratutto del clima e come prossimo ospite della Conferenza sul clima COP26. ”E’ tempo che l’umanità cresca e si assuma la responsabilità del danno che tutti stiamo infliggendo al pianeta”, ha detto, aggiungendo che ”la specie umana si sta avvicinando alla fine della fase adolescenziale della sua durata evolutiva; la Conferenza sul clima COP26 delle Nazioni Unite di novembre nella città scozzese di Glasgow deve essere il momento per dimostrare che l’umanità è in grado di imparare e maturare”.

“Ogni giorno, ogni settima, stiamo facendo danni così irreversibili che, molto prima che un milione di anni [di umanità] siano arrivati, avremo reso questo bellissimo pianeta effettivamente inabitabile, non solo per noi ma per molte altre specie”, ha continuato Johnson. Il business as usual, ha avvertito il leader britannico, vedrà le temperature salire di oltre 2,7 gradi o più entro la fine del secolo, con conseguenze disastrose, a causa dell’azione umana. “I nostri nipoti”, ha detto, “sapranno che abbiamo perso il nostro slancio, e ci chiederanno che tipo di persone fossimo per apparire così egoisti e così miopi”.

Alla COP26, ha dichiarato Johnson, il mondo deve impegnarsi a raggiungere la neutralità del carbonio entro la metà del secolo. I paesi che rappresentano il 70% del PIL mondiale si sono impegnati a raggiungere questo obiettivo, ha affermato, ma sono necessari impegni in quattro aree per ridurre sostanzialmente: la fine dell’energia a carbone, la transizione ai veicoli elettrici, i finanziamenti per il clima e la piantagione di alberi.Carbone

CARBONE

Per quanto riguarda il carbone, il premier britannico ha affermato che la tecnologia verde ha portato a tagli delle emissioni nel Regno Unito, con l’elettricità dal carbone che dovrebbe essere gradualmente eliminata entro il 2024 e l’installazione di turbine eoliche.

AUTO ELETTRICHE

Johnson ha sottolineato il contributo del Regno Unito alla rapida crescita del mercato dei veicoli elettrici, che comporta la fine della vendita di motori a combustione interna a idrocarburi entro il 2030, e ha chiesto una cooperazione internazionale per garantire che, entro il 2040, ci siano solo veicoli a emissioni zero in vendita in qualsiasi parte del mondo.

GLI ALBERI

Johnson ha affermato che il paese rafforzerà la protezione dalle inondazioni piantando altri milioni di alberi e ha invitato le nazioni a seguire l’esempio del Pakistan, che si è impegnato a piantare 10 miliardi di alberi.

CLIMA E FINANZA

Per quanto riguarda la finanza per il clima, Johnson ha ricordato l’impegno del Regno Unito a fornire 11,6 miliardi di sterline per aiutare il resto del mondo ad affrontare i cambiamenti climatici e ha elogiato gli impegni finanziari assunti da Danimarca e Stati Uniti. Tuttavia, gli impegni nazionali da parte dei governi, ha aggiunto, non sono sufficienti, e il settore privato deve anche essere sfruttato, attraverso le istituzioni finanziarie internazionali, per fare gli investimenti necessari. Oltre ad affrontare il cambiamento climatico, ha dichiarato Johnson, tali investimenti produrranno milioni di posti di lavoro ad alto salario e alta qualificazione. Le start-up, ha osservato, stanno già producendo soluzioni alla crisi climatica, dai mangimi che riducono le emissioni di metano del bestiame, alla robotica e all’intelligenza artificiale che migliorano la produzione alimentare.

Guardando avanti alla COP26, Johnson ha descritto infine la conferenza sul clima come un’opportunità per crescere, una metaforica “festa del 16 ° compleanno per l’umanità”, in cui il mondo può celebrare il compimento della maggiore età e “spegnere le candeline di un mondo in fiamme”.

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli