8.9 C
New York
venerdì, Luglio 19, 2024

FAO: Qu in Giappone ad evento per migliorare sistema della nutrizione in Africa

YOKOHAMA, 27 AGOSTO – Intervenendo all’evento NEPAD-JICA, incentrato sul miglioramento della nutrizione in Africa tramite l’Iniziativa per la Sicurezza Alimentare e la Nutrizione in Africa (IFNA), il direttore generale della FAO Qu Dongyu, ha rilevato che nella loro lotta per porre fine alla fame e migliorare la nutrizione, i paesi africani hanno l’opportunità di attingere al know-how del Giappone su tecnologie intelligenti, meccanizzazione agricola e marketing, nonché dagli elevati standard di sicurezza alimentare e qualità nutrizionale dei paesi dell’Asia orientale e dalla cultura del cibo e dell’alimentazione sana.

Qu ha inoltre espresso apprezzamento per la proficua collaborazione tra la FAO e il Giappone in Africa, che ha portato allo sviluppo di catene del valore del riso efficienti ed inclusive, all’elevata riduzione delle perdite e degli sprechi alimentari delle industrie alimentari e al rafforzamento delle piccole e medie imprese.

“Continuiamo a contare sulla generosità del Giappone, che intende incrementare il suo sostegno al miglioramento della nutrizione in Africa”, ha aggiunto  Qu la cui partecipazione all’evento rientra nel programma della visita di una settimana in Giappone – il suo primo viaggio all’estero da quando ha assunto l’incarico alla guida dell’Agenzia dell’ONU il 1° agosto scorso.

Rivolgendosi ai capi di stato africani, ai ministri dell’agricoltura e ai rappresentanti del governo giapponese, il Direttore Generale ha esposto valide ragioni per intensificare gli interventi per combattere la fame in Africa. Gli ultimi dati rivelano che la fame è in aumento in quasi tutte le sue sottoregioni, diventando così il continente con la più alta prevalenza di sottoalimentazione. “Combattere la fame e tutte le forme di malnutrizione è, e continuerà a essere, la principale priorità della FAO in Africa”, ha spiegato Qu.

Il Direttore Generale ha sottolineato la necessità di affrontare i vari aspetti della nutrizione, che possono portare a sostanziali miglioramenti socioeconomici, e di approcci innovativi e nuove idee con particolare attenzione agli interventi fattivi a favore dei poveri. Qu infine ha sottolineato che l’iniziativa IFNA è un meccanismo importante per raggiungere questi obiettivi e che la FAO continuerà a sostenerla.

Maria Novella Topi
Maria Novella Topihttps://onuitalia.com
Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli