8.9 C
New York
venerdì, Luglio 12, 2024

Ucraina: Massari, non contro la Russia ma contro le sue violazioni della Carta

NEW YORK, 18 GIUGNO – “Non siamo in guerra con la Russia o con il popolo russo, ma siamo determinati a continuare a contrastare la politica russa di palese violazione dei principi della Carta delle Nazioni Unite”. Congratulandosi con il governo svizzero per aver convocato la Conferenza per la Pace in Ucraina, al quale hanno partecipato 100 delegazioni di paesi da tutti i continenti e organizzazioni internazionali e che ha segnato un primo passo importante verso il ripristino del legittimo ruolo della diplomazia, il Rappresentante permanente italiano all’ONU Maurizio Massari ha chiesto alla comunita’ internazionale di “non lasciarsi ingannare da false narrative che confondono la pace con la resa, o da narrative che mettono artificialmente l’Occidente contro l’Est o il Sud”.

L’esito di questo conflitto e il destino del sistema di regole basato sulla Carta delle Nazioni Unite sono chiaramente intrecciati”, ha detto Massari, ribadendo che che l’Italia accoglie favorevolmente il Comunicato Congiunto della Conferenza.

“E’ stata importante anche la presenza dell’ONU”, ha detto l’Ambasciatore durante una riunione del Consiglio di Sicurezza, ribadendo che l’Italia “resta impegnata per una pace globale, giusta e duratura, in linea con la Carta delle Nazioni Unite, basata sui principi di sovranità, indipendenza, unità e integrità territoriale. Crediamo fermamente che la piena attuazione di questi principi non sia nell’interesse esclusivo dell’Ucraina e dell’Europa, ma di tutti i membri delle Nazioni Unite. Il rispetto di questi principi è ciò che tiene unita la comunità internazionale. Se ci rassegnassimo all’idea che ‘il potere può governare sul diritto’ negheremmo il principio di uguaglianza tra gli Stati membri che è al centro del sistema delle Nazioni Unite”.

Massari ha ricordato che i principi della Carta dell’ONU sono stati fortemente evocati e riaffermati dal vertice dei leader del G7 presieduto dall’Italia la scorsa settimana, con la partecipazione del presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelenskyj. Il vertice ha trasmesso un chiaro messaggio di sostegno all’indipendenza e alla sovranità dell’Ucraina. A questo proposito, il G7 ha anche invitato i paesi terzi a cessare il trasferimento di materiali a duplice uso che contribuiscono a sostenere l’invasione russa: “La Conferenza di Pace in Svizzera – ha concluso Massari – ha creato un quadro comune che ha consentito la discussione di temi legati ai conflitti e di vitale interesse globale per tutti, come la sicurezza nucleare, la sicurezza alimentare e la dimensione umanitaria/diritto umanitario internazionale”. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli