8.9 C
New York
martedì, Luglio 23, 2024

Italia all’ONU celebra nella Giornata dell’Europa “i nostri valori comuni”

NEW YORK, 9 MAGGIO – Il 9 maggio, in occasione dell’anniversario della firma della Dichiarazione Schuman, atto che propose la creazione della Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio (CECA), antesignana dell’odierna Unione Europea, si festeggia la “Giornata dell’Europa”. Per l’occasione, la Rappresentanza Permanente italiana presso le Nazioni Unite ha reso omaggio l’istituzione europea sul suo canale Twitter con un videomessaggio nel quale lo staff della missione condivide un suo breve pensiero sul significato e l’importanza dell’UE.

Per l’ambasciatore Maurizio Massari, Rappresnetante Permanente all’Onu di New York e che ha guidato la delegazione italiana presso l’UE a Bruxelles tra il 2016 ed il 2021, Europa significa quattro cose: “libertà, democrazia, stato di diritto che prevale sulla forza e rispetto per il proprio vicino”. Per il suo vice, l’ambasciatore Stefano Stefanile, le parole chiave sono “integrazione, inclusività, valori comuni, oltre ad una casa e una famiglia per tutti i suoi cittadini”.

Valori comuni, passato presente e futuro, una fratellanza che è fonte di ispirazione, questi gli importanti concetti citati in sequenza da Stefania de Martino, che coordina i lavori della Terza commissione sui diritti umani e dai colleghi Marco Romiti e Pietro De Martin Topranin. “Stato di diritto, il più avanzato sistema di protezione dei diritti umani al mondo, la promessa di un futuro migliore per tutti noi”, le parole espresse da Francesca Datola con uno sguardo al futuro. Il Primo Consigliere e coordinatore politico Maurizio Antonini ricorda che purtroppo attualmente il continente è attraversato da un pesante conflitto, augurandosi un giorno la creazione di un’istituzione che comprenda tutti gli Stati del continente, basata sulla democrazia e sul rispetto dei diritti umani e che possa fungere da casa per tutti gli europei.

La portavoce della missione, Ludovica Murazzani, parla di “libertà di espressione, pluralismo, diversità”, mentre Alberto Dal Degan di un “futuro migliore per i nostri figli”. Tommaso Giarrizzo menziona l’importanza, a livello personale e comune, dell’Erasmus, progetto tra i più grandi successi in ambito europeo, che ha contribuito alla creazione e solidificazione di un comune ed un’identità europea comune. Uno spazio di libertà e giustizia sociale per il consigliere legale, Enrico Milano, la nostra identità comune per la Giulia De Nardis, mentre le parole di Diego Cimino sono proiettate al futuro: “Europa è il nostro destino comune”. Chiude Matthias Clavaiz: “Europe is home”. (@OnuItalia)

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli