8.9 C
New York
martedì, Luglio 23, 2024

Ucraina: Italia condanna azioni Russia in Donetsk e Lugansk e Donbass

NEW YORK, 23 FEBBRAIO – Intervenendo davanti all’Assemblea Generale sulla crisi in Ucraina, l’Italia ha ribadito la sua condanna della decisione della Russia di riconoscere l’indipendenza delle auto-proclamate repubbliche di Donetsk e Lugansk e di schierare forze russe nella regione del Donbass: “Questi atti sono inaccettabili violazioni della sovranità democratica e dell’integrità territoriale dell’Ucraina, sono incompatibili con i principi della Carta delle Nazioni Unite e contraddicono gli accordi di Minsk approvati dal Consiglio di Sicurezza e di cui la Federazione Russa è parte firmataria”, ha detto il vice rappresentante permanente italiano all’ONU, Ambasciatore Stefano Stefanile, nel suo messaggio all’Assemblea

Il segretario generale dell’ONU, Antonio Guterres, ha aperto il dibattito: “Se il conflitto in Ucraina si espande, il mondo potrebbe vedere una scala e una gravità mai viste in anni”, ha detto, ribadendo l’inviolabilità dell’integrità territoriale e dell’indipendenza politica dell’ex repubblica dell’Urss.

Unendosi ai suoi alleati europei e occidentali, l’Italia sostiene la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina e al tempo stesso si impegna per una rapida de-escalation e una soluzione pacifica, ha detto Stefanile.  L’UE ha già risposto alle violazioni della Russia con ulteriori sanzioni, anche sulle relazioni economiche e sul commercio con le aree non governative controllate, nella sfera finanziaria con il congelamento dei beni di alcune banche e restrizioni sul debito sovrano, così come contro individui ed entità responsabili di minare l’integrità territoriale dell’Ucraina.

In linea con la risoluzione 68/262 dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, l’Italia ha inoltre ribadito il suo non riconoscimento dell’annessione illegale della penisola di Crimea e ha ribadito il suo incrollabile sostegno e impegno a favore dell’indipendenza, della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina entro i suoi confini internazionalmente riconosciuti. Stefanile ha ricordato che questa posizione è stata ribadita dall’Italia anche in qualità di attuale Presidenza del Consiglio d’Europa.

L’Italia ha invitato la Russia a riconsiderare le sue decisioni, a smorzare le tensioni, a ritirare le forze militari dal territorio ucraino e a rispettare pienamente i suoi impegni internazionali: “Esortiamo la Russia a proseguire il dialogo sulle questioni di sicurezza attraverso il dialogo strategico di stabilità USA-Russia, il Consiglio NATO-Russia e l’OSCE. Lodiamo il rinnovato dialogo sulla sicurezza europea dell’OSCE lanciato dalla presidenza polacca dell’OSCE e incoraggiamo la Russia a impegnarsi in modo costruttivo in esso. Mentre l’offerta di dialogo rimane in piedi, qualsiasi ulteriore iniziativa militare contro l’Ucraina scatenerebbe un’ulteriore risposta unita e ferma”, ha detto l’ambasciatore italiano concentrandosi anche sulla situazione della popolazione civile in Ucraina.

Dopo quasi otto anni di conflitto e alla luce degli ultimi sviluppi, i civili in Ucraina continuano a sopportare il peso più pesante, ha aggiunto Stefanile. A questo proposito, l’Italia intende sostenere l’Ucraina con un importo di circa 110 milioni di euro in crediti di aiuto e sovvenzioni. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli