8.9 C
New York
domenica, Luglio 21, 2024

Convenzione di Palermo: Accili a Statale Milano su impegno Italia per lotta a crimine transnazionale

MILANO, 3 MAGGIO – L’impegno italiano alle Nazioni Unite per compiere un salto di qualità nella lotta ai più allarmanti fenomeni criminali e’ stato al centro dell’intervento della Rappresentante Permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali a Vienna Maria Assunta Accili a un convegno della Universita’ Statale di Milano sulla Convenzione di Palermo contro il crimine organizzato transnazionale.

Il convegno dal titolo “Mafia e antimafia nell’esperienza italiana e la Convenzione di Palermo” e’ stato organizzato in occasione dei 15 anni dall’entrata in vigore del documento delle Nazioni Unite contro il crimine organizzato transnazionale presso la Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali da CROSS  –  Osservatorio sulla Criminalità Organizzata (CROSS) – e Centro studi giuridici europei sulla grande criminalità (Macrocrimes), con il supporto del dipartimento di Studi internazionali, giuridici e storico-politici della Statale e del dipartimento  di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Ferrara.

Obiettivo era offrire un’analisi approfondita degli strumenti più adatti per un efficace contrasto alle mafie, fenomeno ormai di dimensioni globali che richiede strumenti sempre più capillari e moderni per essere combattuto.

Adottata nel 2000 a Palermo ed entrata in vigore nel 2003, la Convenzione è stata sottoscritta da oltre 180 Stati e promuove la cooperazione internazionale per il contrasto e la prevenzione del crimine transnazionale, ad oggi il più importante strumento internazionale per la prevenzione e la repressione del terribile fenomeno. Nel 2018, a Vienna, le Nazioni Unite hanno approvato all’unanimità il Meccanismo di riesame della Convenzione, un passaggio che può contribuire a rilanciare il ruolo della Convenzione sul piano internazionale.

Sono intervenuti ai lavori aperti da Marilisa D’Amico, prorettrice alla Legalità, Trasparenza e Parità di diritti dell’Università Statale, anche Monica Forte, presidente della Commissione Speciale Antimafia, Anticorruzione, Trasparenza e Legalità di Regione Lombardia, Ilaria Viarengo, direttrice del dipartimento di Studi internazionali, giuridici e storico-politici, e Nando Dalla Chiesa, docente di Sociologia della criminalità organizzata e direttore dell’Osservatorio CROSS. (@OnuItalia)

 

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli