8.9 C
New York
lunedì, Maggio 27, 2024

Cindy McCain si insedia come nuova Direttrice del WFP

ROMA, 5 APRILE – Cindy McCain entra oggi a far parte del mondo dell’ONU come nuova Direttrice Esecutiva del World Food Programme: “Ilmondo è alle prese con una crisi alimentare senza precedenti che richiede all’agenzia, con sede a Roma, di raccogliere con urgenza più risorse, di innovare ulteriormente e di sviluppare nuove ambiziose partnership”, ha detto all’atto dell’insediamento.

McCain, che dal 2021 è Ambasciatrice degli Stati Uniti presso le tre agenzie delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura a Roma, assume il timone di un’organizzazione che lo scorso anno ha fornito assistenza alimentare a un numero record di 158 milioni di persone in tutto il mondo. L’insicurezza alimentare rimane a livelli storici nel 2023 poiché conflitti, shock economici, condizioni climatiche estreme e l’aumento dei prezzi dei fertilizzanti continuano a rendere problematica la produzione alimentare a livello globale.

“La fame continua a crescere, le risorse si stanno pericolosamente esaurendo e ci saranno tagli alle razioni senza i necessari finanziamenti per portare cibo a chi ne ha più bisogno. Senza i fondi, semplicemente non possiamo sfamare così tante persone”, ha detto McCain. “Le mie priorità sono chiare: aumentare le risorse, migliorare la nostra efficacia e ampliare le partnership e l’innovazione per offrire soluzioni moderne ai più bisognosi”.

La nuova Direttrice Esecutiva ha sottolineato come nessuna organizzazione possa risolvere da sola la fame nel mondo e che la cooperazione globale è fondamentale per salvare milioni di vite a rischio. McCain ha detto che una delle sue prime azioni alla guida del WFP sarà quella di istituire una task force sull’innovazione, riunendo le migliori menti sia nel settore pubblico che in quello privato che aiutino a identificare azioni misurabili per fare fronte alla fame.

Secondo le stime del WFP, il 2023 vede più di 345 milioni di persone in tutto il mondo alle prese con l’insicurezza alimentare a livelli di crisi, un aumento di quasi 200 milioni dall’inizio del 2020. Di questi, 43 milioni sono a un passo dalla carestia.

“Abbiamo bisogno di una collaborazione ancora più stretta con i nostri partner per invertire questa crisi senza precedenti”, ha detto McCain. “Oggi vogliamo chiedere a nuovi amici, soprattutto del settore privato, di farsi avanti e unirsi a noi. Il mondo non deve voltare le spalle agli affamati”.

Nel suo ruolo di Ambasciatrice degli Stati Uniti presso le agenzie delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura a Roma, McCain ha visto da vicino le operazioni del WFP, viaggiando in Laos, Cambogia, Sri Lanka, Guatemala, Honduras, Kenia, Zambia, Tagikistan e Madagascar negli ultimi 12 mesi. McCain succede all’ex governatore della Carolina del Sud David Beasley, Direttore Esecutivo dal 2017.

“Sono profondamente onorata di essere alla guida del WFP ed entusiasta di far parte della squadra. Il WFP ha fatto parte della mia vita per decenni ed è stato fonte d’ispirazione per la mia carriera umanitaria”, ha aggiunto McCain.

McCain, vedova del Senatiore repubblicano John McCain, è stata Presidente del consiglio di amministrazione del McCain Institute for International Leadership presso l’Arizona State University, dove ha supervisionato il lavoro sull’affermazione delle leadership globali basata su sicurezza, opportunità economiche, libertà e dignità umana, e dove ha presieduto il Consiglio Consultivo sulla Tratta di Esseri Umani. (@OnuItalia)

 

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli