8.9 C
New York
lunedì, Luglio 15, 2024

Beni culturali: Italia torna in campo, tavola rotonda all’ONU con UNESCO e CTED

NEW YORK, 7 SETTEMBRE – Dalla creazione della prima unita’ di polizia specializzata nel contrasto al traffico illecito di beni culturali alla stesura della prima risoluzione contro la distruzione del patrimonio storico dell’umanita’ minacciato da guerre e terrorismo: dagli anni Sessanta in prima fila nella lotta al traffico illecito di beni culturali, l’Italia oggi e’ tornata in scena all’ONU durante una tavola rotonda organizzata dalla Rappresentanza Permanente in collaborazione con l’UNESCO e il Comitato anti-terrorismo del Consiglio di Sicurezza.

“L’impegno per la protezione del patrimonio e la lotta al traffico illecito di beni culturali e’ una priorita’ che si estende oltre i confini nazionali”, ha detto il Consigliere Militare della Rappresentanza, Generale Fabrizio Parrulli, ricordando la risoluzione 2347 del Consiglio di Sicurezza co-sponsorizzata da Italia e Francia e adottata nel 2017: e’ stata la prima nella storia dell’ONU dedicata esclusivamente al contrasto della distruzione e il commercio della ‘cultural heritage’ in situazioni di conflitto armato e terrorismo.

Parrulli, che l’ha guidata prima di spostarsi a New York, ha ricordato che nel 1969 l’Italia e’ diventata il primo Paese al mondo a dotarsi di una unita’ specializzata nella protezione del patrimonio storico-artistico all’interno dell’Arma dei Carabinieri, il TPC, che oggi opera in stretta collaborazione con UNESCO, INTERPOL e altre agenzie ONU come UNICRI e con le polizie nazionali.

I Carabinieri del TPC (Tutela Patrimonio Culturale) hanno fornito sostegno tecnico nel contesto di operazioni di peacekeeping, ad esempio in Iraq dal 2003, e nell’addestramento di forze di polizia e di dogana in tutto il mondo. Costruendo su questa esperienza, nel 2016 l’Italia con l’UNESCO ha dato vita alla Task Force nazionale dei Caschi Blu della Cultura nella cornice dell’iniziativa globale “Unite4Heritage”: ne fanno parte ufficiali dei Carabinieri e esperti del Ministero della Cultura pronti a intervenire su richiesta di Stati Membri colpiti da disastri naturali o per tutelare e valutare danni al patrimonio prevenendo saccheggi e traffico anche da parte di gruppi terroristi.

Piu’ di recente l’Italia ha co-fondato nel 2018 con Cipro il Gruppo degli Amici per la Protezione del Patrimonio Culturale: una piattaforma – ha auspicato Parrulli, per creare consapevolezza sulla tematica costruendo su discussioni come questa. (@OnuItalia)

Alessandra Baldini
Alessandra Baldinihttps://onuitalia.com
Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli