8.9 C
New York
domenica, Luglio 21, 2024

Ucraina: 63 orfani arrivano in Italia grazie al MAECI e Comunità Papa Giovanni XXIII

VARSAVIA, 10 MAGGIO – Un gruppo di 63 orfani ospitati negli istituti ucraini giunti oggi in Polonia sarà evacuato domani in Italia. Il volo, che partirà da Cracovia alla volta di Trapani, è stato organizzato grazie al lavoro della Comunità Papa Giovanni XXIII, con l’assistenza del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e della rete diplomatica italiana in Ucraina e Polonia.

“Questa evacuazione umanitaria conferma l’impegno dell’Italia nell’assistenza ai civili colpiti dal conflitto in Ucraina. Voglio ringraziare tutto il personale dell’Unità di Crisi e delle Ambasciate d’Italia a Kiev e Varsavia per il lavoro svolto in questa circostanza delicata, a supporto della lodevole iniziativa della Comunità Papa Giovanni XXIII. La Farnesina è in prima linea nella salvaguardia dei minori: una priorità che si è tradotta nell’attiva partecipazione del Ministero al Tavolo di lavoro sul coordinamento delle iniziative a favore dei minori ucraini convocato dalla Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, per dialogare con la società civile allo scopo di estendere tutela e assistenza umanitaria ai minori nell’ambito del conflitto in corso”, ha dichiarato il Ministro Di Maio.

Con il perdurare del conflitto in Ucraina, la Farnesina continua gli sforzi per assistere i rifugiati vulnerabili a lasciare il paese. Prosegue inoltre l’incessante impegno del Ministero per proteggere i minori, in particolare quelli non accompagnati, e per il loro trasferimento in luoghi sicuri. Secondo gli ultimi dati disponibili, dall’inizio del conflitto sono oltre 37.000 i minori giunti in Italia.

I bambini, dai quattro ai sedici anni, provengono da orfanotrofi di Mariupol e Kramatorsk, nell’Oblast di Doneck. I bimbi sono accompagnati da altre 21 persone, tra cui i tutori dei minori ed alcuni educatori con i loro figli, per un totale di 84 ucraini. Il gruppo era stato evacuato nelle settimane precedenti dai territori martoriati dalla guerra e temporaneamente ospitato nel distretto di Leopoli. Si tratta del più numeroso gruppo di orfani evacuato dall’Ucraina dall’inizio del conflitto. Gli orfani viaggiano con un volo charter da Cracovia. In Sicilia saranno accolti in quattro strutture a Trapani, Modica, Catania e Alcamo.

L’operazione umanitaria è stata coordinata dalla Comunità Papa Giovanni XXIII e dalla rete di associazioni Stop the war now, con la collaborazione della Cgil che ha curato la logistica in Italia, del sindacato polacco Solidarnosc, che si è occupato dei trasferimenti in Polonia, del Movimento 5 Stelle che ha finanziato il volo charter. L’evacuazione è stata possibile grazie all’assistenza del Ministero degli Affari Esteri e della rete diplomatica italiana in Ucraina e Polonia che ha interagito con i Ministeri ucraini per la messa in sicurezza dei bambini senza famiglia, che finora non avevano potuto lasciare il Donbass a causa della loro fragilità. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli