8.9 C
New York
mercoledì, Luglio 24, 2024

Stefania e Marco, nuovi Youth Delegates, intervengono su Digital Divide

NEW YORK, 30 SETTEMBRE – Stefania Bait e Marco Demo, i nuovi Youth Delegates italiani, sono intervenuti oggi alla Terza Commissione dell’Assemblea Generale per la prima volta dall’inizio del loro mandato.

“La pandemia globale ha cambiato diversi paradigmi. Ha evidenziato il ruolo cruciale delle competenze digitali ma anche esacerbato il digital divide: mentre il 92% della popolazione mondiale ha accesso a una rete mobile a banda larga, il 54% della avrà bisogno di una forte riqualificazione entro il 2022”, hanno detto Bait e Demo in una dichiarazione video pre-registrata che ha fatto seguito al discorso dell’ambasciatore Maurizio Massari alla commissione dell’Assemblea che si occupa specificamente di diritti umani.

“Questo significa che, d’ora in poi, dobbiamo tenere a mente due parole chiave: inclusione e responsabilità. Dobbiamo lavorare per garantire che tutti i diritti umani che esistono offline siano protetti online”, hanno detto i due giovani delegati, sostenendo la necessità di “ridurre il divario digitale tra paesi, tra aree urbane e rurali, tra giovani e anziani, così come il divario digitale di genere”.

Dovrebbero essere promosse iniziative per coinvolgere e includere la gioventù globale per una partecipazione paritaria, potenziando il ruolo dei giovani nel processo decisionale, ma la tecnologia deve essere usata in modo etico, pensando a modi per formare la generazione di oggi ad essere apprendisti responsabili dell’era digitale.

L’altra faccia della medaglia, hanno detto Stefania e Marco, è che il sistema scolastico deve essere adattato alla complessità del nuovo mondo: “I metodi educativi devono prendere in considerazione le competenze impegnative e in evoluzione necessarie nei nostri decenni”. Oltre alle competenze digitali, occorre concentrarsi su altre ‘soft skills’, come il lavoro di squadra e la ‘peer education’, per esempio, come nuovi modi di formazione che accrescano le competenze in modo che nessuno rimanga indietro.

Il programma delle Nazioni Unite per i giovani delegati è lo strumento principale attraverso il quale gli Stati membri dell’ONU hanno l’opportunità di includere giovani delegati nelle loro rispettive missioni diplomatiche, permettendo loro di rappresentare l’interesse dei giovani alle conferenze e durante l’Assemblea Generale dell’ONU. Affiliata direttamente all’ONU, la SIOI promuove l’attuazione di questo programma in Italia, uno sforzo che è stato lanciato per la prima volta nel 2017 in collaborazione con il Ministero degli Esteri.

Il programma è arrivato alla sua quarta edizione. Stefania e Marco rappresentano la voce dei loro coetanei partecipando agli affari internazionali più urgenti, contribuendo alla 76° Assemblea Generale delle Nazioni Unite, e tenendo una serie di incontri volti a promuovere il programma e a sostenere il ruolo dei giovani come attori del cambiamento. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli