8.9 C
New York
lunedì, Maggio 27, 2024

Aiea promuove la Sogin e il suo piano di smantellamento delle centrali nucleari

VIENNA, 20 SETTEMBRE – Promossa dall’Aiea, l’agenzia internazionale per l’energia atomica, la società italiana pubblica Sogin che si occupa di smantellamento degli impianti nucleari e della gestione delle scorie. A Vienna infatti l’azienda italiana ha ricevuto il riconoscimento di ‘Centro di collaborazione Aiea per la trasmissione di conoscenze e pratica per lo smantellamento (decomissioning)’

La cerimonia di consegna del riconoscimento

L’Agenzia dell’Onu ha promosso il piano di smantellamento delle centrali nucleari e di gestione delle scorie presentato da Sogin. Si tratta della prima validazione di un piano di project management effettuata dall’organismo. l’Aiea ha suggerito di avviare quanto prima l’attività di smantellamento dei vessel (il nucleo delle ex centrali) e di migliorare ulteriormente la gestione dei rischi, a partire dallo stoccaggio dei materiali.

”Un traguardo prestigioso che conclude un ciclo di tre anni di lavoro”, hanno detto con soddisfazione Marco Ricotti e Luca Desiata, presidente e amministratore delegato di Sogin nel ricevere il riconoscimento

”L’esperienza trentennale accumulata da Sogin costituisce un esempio per tutto il settore del decommissioning”, ha detto Mikhail Chudakov, vice direttore generale Aiea alla consegna della targa ricordo alla presenza dell’ambasciatore Maria Assunta Accili della Rappresentanza permanente italiana presso le organizzazioni internazionali di Vienna. ”Sogin è la prima società al mondo a ottenere questo riconoscimento da parte della massima autorità mondiale di controllo dell’energia nucleare”, ha aggiunto Desiata. ”L’Italia ha aperto la strada per le procedure di smantellamento dei siti nucleari e in particolare per quanto riguarda l’economia circolare legata al decommissioning. – ha osservato – Il 90% dei materiali di una centrale è composto da calcestruzzo e metalli che, una volta decontaminati, possono essere avviati al riciclo. L’esperienza che abbiamo accumulato ha ricevuto ora il massimo riconoscimento, una carta in più che possiamo giocare quando andiamo a proporre le nostre procedure a chi deve smantellare un sito nucleare”.

 

Maria Novella Topi
Maria Novella Topihttps://onuitalia.com
Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli