8.9 C
New York
giovedì, Luglio 25, 2024

Olimpiadi invernali tornano in Italia: Milano-Cortina si aggiudicano Giochi 2026

LOSANNA, 24 GIUGNO – Dopo Cortina d’Ampezzo nel 1956 e Torino 50 anni dopo, le olimpiadi invernali tornano in Italia: i giochi della neve 2026 si terranno tra Milano, la città di EXPO 2015, e Cortina, la “perla delle Dolomiti” patrimonio dell’UNESCO: lo ha deciso il Cio, votando a Losanna la candidatura italiana e preferendola a quella di Stoccolma-Aare. Un successo ottenuto anche in nome della sostenibilita’ ambientale con l’impegno a riciclare il 100% dei rifiuti urbani e l’80% degli imballaggi, il divieto di incarti e confezioni monouso per cibi e bevande nonché con la scelta di materiali per il mantenimento del ghiaccio con meno ammoniaca, e l’utilizzo di pannelli solari per l’alimentazione degli impianti per la neve artificiale.

La decisione del Cio, che riflette una tendenza a assegnare oneri e onori a una regione non a una sola citta’ anche a causa dei nostri astronomici dell’organizzazione, e’ stata presa con 47 voti contro i 34 di Stoccolma-Aare, e un solo astenuto. Grande soddisfazione per l’assegnazione dei giochi e’ stata espressa dal Ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi: “E’ un risultato importantissimo per l’Italia, frutto di un eccellente lavoro di squadra, al quale la Farnesina e sua rete diplomatica sono fiere di aver contribuito”. Per il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, “quando l’Italia è unita, vince”. Otto italiani su dieci erano in favore della nuova candidatura, a dispetto del flop di Roma per i giochi estivi 2024, e le Forze Armate “sono pronte a dare il loro supporto come già avvenuto nel 2006”, ha aggiunto la titolare di Palazzo Baracchini. E’ stato lo stesso premier Giuseppe Conte ad illustrare la candidatura italiana al CIO all’insegna di “sport, storia, cultura, e innovazione”, gli stessi valori del Comitato Olimpico: “Questo sogno olimpico non è solo il sogno di due città, è il sogno di un intero Paese, il nostro Paese”. E dopo il voto Conte ha parlato di “un sogno che diventa realtà. Quella di oggi è la vittoria di tutti: del Coni, delle Regioni, delle Città e degli enti locali coinvolti, delle varie federazioni sportive, dei numerosissimi atleti, di tutto il sistema sportivo e imprenditoriale italiano, del Governo”.

L’Italia tornera’ cosi’ ad organizzare un’edizione olimpica invernale 20 anni dopo Torino e 70 dopo i primi giochi tra le nevi ampezzane. Le Olimpiadi si terranno dal 6 al 22 febbraio seguite dalle Paralimpiadi dal 6 al 15 marzo. I costi stimati sono di 1.3 miliardi di euro (400 milioni a carico del Cio), con ricadute economiche positive sul Pil per 2.3 miliardi secondo uno studio de La Sapienza, con possibilità di ricavi fino a 3 miliardi di euro secondo un’analisi della Bocconi. Interessati dalle gare quattro ‘cluster’ fra Lombardia, Veneto e le province di Trento e Bolzano: Milano, Valtellina, Cortina e Val di Fiemme.

La cerimonia di apertura sara’ dunque a San Siro, la chiusura nella suggestiva cornice dell’Arena di Verona, sito patrimonio dell’UNESCO come del resto le Dolomiti che faranno da sfondo a molte delle competizioni.  (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli