8.9 C
New York
mercoledì, Luglio 24, 2024

Italia a Vienna sostiene universalizzazione Codice Aja contro proliferazione missili balistici

VIENNA, 3 GIUGNO – “L’universalizzazione del Codice di condotta dell’Aia contro la proliferazione dei missili balistici rimane un obiettivo fondamentale”, ha detto la Rappresentante Permanente italiana presso le organizzazioni internazionali a Vienna Maria Assunta Accili durante la diciottesima riunione ordinaria annuale degli Stati firmatari del Codice di Condotta dell’Aia, in corso in questi giorni nella capitale austriaca.

Il Codice di Condotta dell’Aia contro la proliferazione dei missili balistici (HCOC) è il risultato degli sforzi compiuti dalla comunità internazionale per regolamentare a livello internazionale il settore dei missili balistici in grado di trasportare armi di distruzione di massa. L’HCOC è l’unico strumento multilaterale di trasparenza e di costruzione della fiducia per quanto riguarda la diffusione dei missili balistici. “Condividiamo pienamente gli obiettivi e le misure di trasparenza dell’HCOC, volti a creare fiducia attraverso le notifiche pre-lancio e le dichiarazioni annuali sulle politiche di lancio spaziale di veicoli e missili balistici”, ha affermato la Accili.

Sottoscrivendo l’HCOC, i suoi membri si impegnano volontariamente a fornire notifiche pre-lancio (PLN) su missili balistici e lanci di veicoli con lancio nello spazio (SLV) e voli di prova. Gli Stati firmatari si impegnano inoltre a presentare una dichiarazione annuale (AD) delle politiche del loro paese sui missili balistici e sui veicoli di lancio nello spazio. Dalla firma e dall’entrata in vigore del codice di condotta politicamente vincolante nel novembre 2002 all’Aia il numero dei firmatari è passato da 93 a 140. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli