8.9 C
New York
venerdì, Luglio 12, 2024

Locatelli: temi discussi all’ONU saranno il filo conduttore del G7 inclusione e disabilita’

ROMA, 17 GIUGNO – “La 17ma Conferenza annuale degli Stati parte della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità anche quest’anno è stata una grande occasione di confronto, abbiamo raccontato il lavoro che porta avanti il nostro Paese sull’inclusione e dell’opportunità straordinaria che abbiamo con la riforma sulla disabilità. Sono intervenuta in conferenza plenaria per testimoniare l’importanza di promuovere un cambio di prospettiva, di mettere al centro la persona valorizzando i talenti e le competenze di ognuno per valutarne le potenzialità e non i limiti”. Questo il bilancio della Ministra per le Disabilità Alessandra Locatelli, che dall’11 al 13 giugno ha partecipato a New York alla 17ma Conferenza annuale degli Stati parte della Convenzione ONU.

“Questo sarà il filo conduttore del primo G7 della storia che si riunirà a livello politico per parlare di inclusione e disabilità”, ha aggiunto Locatelli che nella giornata di apertura dei lavori è intervenuta in plenaria per illustrare la riforma che l’Italia sta portando avanti, mentre nella giornata del 12 giugno ha seguito l’evento “Inclusione: il talento e le competenze nella cucina italiana”, da lei voluto e co-sponsorizzato da USA, Spagna, Ghana e International Disability Alliance.

Al convegno sono intervenuti Andrea Bonsignori per Breakcotto, Alberto Brunetti per Luna Blu, Nico Acampora per PizzAut, Alberto Brambilla per Rullifood, Giulia Palestini per Rurabilandia ed Erika Coppelli per il Tortellante, realtà molto importanti nel mondo del Terzo Settore italiano che gestiscono attività di ristorazione inclusive. Hanno poi preso la parola per raccontare le loro esperienze lo Chef Antonio Ciotola, della Federazione Italiana Cuochi, Elena Appiani, per i Lions International, e Serafino Corti, coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico dell’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità. Al termine del convegno si è svolto un evento conviviale nel corso del quale le associazioni hanno offerto una dimostrazione pratica delle loro abilità entrando anche nelle cucine delle Nazioni Unite e preparando le loro specialità.

Le associazioni hanno ricevuto dal Ministro Locatelli un attestato firmato dal Ministro dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste Francesco Lollobrigida, “che ringrazio per l’attenzione che sta dando alla cucina italiana del mondo attraverso la proposta di candidatura a patrimonio mondiale e per aver voluto premiare realtà associative che operano in questo settore in qualità di eccellenze del nostro Paese”.
A New York il Ministro Locatelli ha svolto incontri bilaterali con vari Paesi quali Canada, Germania, Australia, Ungheria, Giordania, Cile e con il Commissario per l’uguaglianza dell’Unione Europea Helena Dalli. La conferenza mondiale è stata l’occasione per incontrare anche i referenti di IDA (International Disability Alliance) e EDF (European Disability Forum), i membri del COMITES (Comitato degli Italiani all’estero), i referenti sull’inclusione della Municipalità di New York e i rappresentanti delle associazioni e delle imprese locali che promuovono l’inclusione.

Nella giornata del 13 giugno, invece, il Ministro Locatelli ha incontrato i rappresentanti G7 e della Commissione europea in vista della ministeriale Inclusione e Disabilità che si terrà in Umbria dal 14 al 16 ottobre 2024. “Stiamo lavorando insieme anche agli enti del Terzo settore e alle associazioni che si occupano di disabilità per rendere questo appuntamento storico concreto e partecipato, per tracciare una strada condivisa e chiara anche per il futuro”, ha spiegato: “I nostri Paesi devono iniziare a parlare con una unica voce per rafforzare le politiche che si rivolgono all’inclusione e al diritto di tutti di partecipare pienamente alla vita civile, sociale e politica”. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli