8.9 C
New York
sabato, Maggio 25, 2024

Ambiente: UNEP, Costa d’Avorio ospiterà giornata mondiale dedicata alla plastica

NAIROBI/ABIDJAN, 3 FEBBRAIO – La Giornata mondiale dell’ambiente  sarà dedicata quest’anno al grande tema dell’inquinamento da plastica e sarà ospitata dal 5 giugno dalla Costa d’Avorio, hanno annunciato il Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP) e la Costa d’Avorio.
Quest’anno ricorre il 50° anniversario della Giornata Mondiale dell’Ambiente, istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1972. Negli ultimi cinquant’anni, la giornata è cresciuta fino a diventare una delle più grandi piattaforme globali per la sensibilizzazione ambientale. Decine di milioni di persone partecipano online e di persona attraverso attività, eventi e azioni in tutto il mondo.
“Il flagello dell’inquinamento da plastica è una minaccia visibile che colpisce ogni comunità in tutto il mondo”, ha dichiarato Jean-Luc Assi, ministro dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile della Costa d’Avorio. “Come ospiti della Giornata mondiale dell’ambiente 2023, invitiamo tutti i settori, dai governi e le imprese alla società civile, a riunirsi per trovare e sostenere soluzioni”.plasticaLa Costa d’Avorio ha vietato l’uso di sacchetti di plastica dal 2014, sostenendo il passaggio a imballaggi riutilizzabili. La città più grande del paese, Abidjan, è diventata anche un hub per le start-up che cercano di sconfiggere l’inquinamento da plastica. Più di 400 milioni di tonnellate di plastica vengono prodotte ogni anno in tutto il mondo, metà delle quali è progettata per essere utilizzata una sola volta. Di questi, meno del 10% viene riciclato. Si stima che 19-23 milioni di tonnellate finiscano ogni anno in laghi, fiumi e mari.
Le microplastiche – minuscole particelle di plastica fino a 5 mm di diametro – trovano la loro strada nel cibo, nell’acqua e nell’aria. Si stima che ogni persona sul pianeta consumi più di 50.000 particelle di plastica all’anno – e molte di più se si considera l’inalazione. La plastica monouso scartata o bruciata danneggia la salute umana e la biodiversità e inquina ogni ecosistema, dalle cime delle montagne al fondo dell’oceano.
Con la scienza e le soluzioni disponibili per affrontare il problema, i governi, le aziende e le altre parti interessate devono aumentare e accelerare le azioni per risolvere questa crisi. Ciò sottolinea l’importanza di questa Giornata Mondiale dell’Ambiente nel mobilitare azioni trasformative da ogni angolo del mondo.

L’annuncio segue una risoluzione adottata nel 2022 dall’Assemblea delle Nazioni Unite per l’ambiente per sviluppare uno strumento giuridicamente vincolante sull’inquinamento da plastica, anche nell’ambiente marino, con l’ambizione di completare i negoziati entro la fine del 2024. La prima riunione del Comitato intergovernativo di negoziazione (INC-1) si è tenuta in Uruguay a dicembre e la seconda riunione dovrebbe tenersi a Parigi nel 2023. Lo strumento deve basarsi su un approccio globale che affronti l’intero ciclo di vita della plastica.
“Dobbiamo cogliere ogni opportunità e impegnarci con tutte le parti interessate per affrontare il problema della plastica nella sua interezza”, ha dichiarato Inger Andersen, direttore esecutivo dell’UNEP. “La commemorazione della 50aGiornata Mondiale dell’Ambiente è un momento per tutti i governi, le imprese, i gruppi comunitari e gli individui per unirsi a questa iniziativa”. La campagna per la Giornata mondiale dell’ambiente 2023 utilizzerà l’hashtag e lo slogan #BeatPlasticPollution.

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli