8.9 C
New York
martedì, Luglio 23, 2024

COP27: La Camera (IRENA), “sbloccare il potenziale delle rinnovabili”

SHARM EL-SHEIKH 7 NOVEMBRE – Le energie rinnovabili rappresentano un potenziale enorme, la colonna portante della transizione energetica e rappresentano una soluzione valida per il clima. Eppure, dei 183 firmatari dell’Accordo di Parigi che hanno incluso componenti di energia rinnovabile nei loro contributi determinati a livello nazionale (NDC), solo 143 hanno obiettivi quantificati, la maggior parte dei quali si concentra sul settore energetico. Solo 12 Paesi si sono impegnati a raggiungere una percentuale di energie rinnovabili nel loro mix energetico globale.

Renewable Energy Targets in 2022: A guide to design, pubblicato dall’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA) in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici COP27, analizza il livello di ambizione per le energie rinnovabili negli impegni nazionali assunti riguardo al clima e confronta le aspirazioni con l’obiettivo climatico globale di limitare l’aumento della temperatura a 1,5 C. Il rapporto mostra chiaramente che il livello collettivo di ambizione nella transizione energetica non è ancora sufficiente, nonostante il Patto per il Clima di Glasgow preveda l’aggiornamento degli obiettivi al 2030 negli impegni nazionali.  

“In un momento in cui abbiamo un disperato bisogno di mettere in atto una rapida implementazione, mi appello ai leader mondiali affinché colmino urgentemente il divario nello sviluppo delle rinnovabili nel segno della resilienza, della sicurezza energetica e delle economie inclusive”, ha detto il Direttore generale di IRENA, Francesco La Camera: “Il rapporto di IRENA è un monito per la comunità internazionale cui evidenzia che le rinnovabili offrono una soluzione climatica facilmente realizzabile, ma che richiede un’azione immediata. Gli impegni sul clima devono aumentare l’ambizione di sbloccare il potenziale pieno e non sfruttato delle rinnovabili”.

Secondo il World Energy Transitions Outlook di IRENA, nel 2050 metà dell’energia consumata proverrà dall’elettricità. Il 90% di tutta la decarbonizzazione riguarderà le energie rinnovabili tramite fornitura diretta di energia a basso costo, efficienza, elettrificazione, bioenergia sostenibile e idrogeno verde. Tuttavia, il raggiungimento dell’obiettivo climatico per il 2050 dipenderà dall’attuazione di un’azione efficace entro il 2030.

La nuova analisi di IRENA rileva che entro il 2030 i Paesi mirano a raggiungere 5,4 TW di capacità installata di energia rinnovabile, vale a dire solo la metà dei 10,8 TW di capacità installata necessari nello Scenario 1,5°C di IRENA. Per raggiungere il net zero, la capacità di energia rinnovabile entro il 2030 dovrebbe raddoppiare rispetto al livello di ambizione prevista dagli obiettivi attuali.

Secondo il rapporto di IRENA, questo obiettivo è facilmente raggiungibile oggi dato che gli attuali obiettivi legati all’energia rinnovabile sono indietro rispetto ai recenti livelli di sviluppo,. Per raggiungere gli obiettivi attuali entro il 2030, i Paesi dovrebbero incrementare la capacita’ installata di 2,3 TW, pari a 259 GW in media all’anno nei prossimi nove anni. Questo dato è inferiore alla capacità installata effettivamente aggiunta negli ultimi due anni: nel 2020 e 2021, nonostante le complicazioni causate dalla pandemia e le conseguenti interruzioni della catena di approvvigionamento, in ciascun anno c’e’ stato un incremento a livello mondiale di quasi 261 GW. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli