8.9 C
New York
domenica, Maggio 26, 2024

Siccità: WFP, Corno d’Africa sull’orlo di una crisi umanitaria per fame, 20 milioni a rischio

NAIROBI, 20 APRILE – Il Corno d’Africa è sull’orlo di una catastrofe umanitaria: venti milioni di persone rischiano di morire di fame quest’anno poiché le ritardate piogge peggiorano la terribile siccità in Kenya, Somalia ed Etiopia. Lo dicono le Nazioni Unite secondo cui l’estrema siccità durata mesi ha distrutto raccolti e bestiame e costretto un gran numero di persone a lasciare le proprie case in cerca di cibo e acqua. Poiché le piogge tanto attese non si materializzano da quasi un mese nell’attuale stagione delle piogge, “il numero di persone affamate a causa della siccità potrebbe aumentare dagli attuali 14 milioni a 20 milioni fino al 2022”, ha preciato il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (Wfp) .Sei milioni di somali, ovvero il 40 per cento della popolazione, stanno affrontando livelli estremi di insicurezza alimentare e c’è “un rischio molto reale di carestia nei prossimi mesi” se le condizioni attuali persisteranno. In Kenya, mezzo milione di persone è sull’orlo della fame, con le comunità del nord del Paese particolarmente a rischio a causa della loro dipendenza dal bestiame. Nel frattempo i tassi di malnutrizione nell’Etiopia meridionale e sudorientale colpite dalla siccità, sono aumentati al di sopra delle soglie di emergenza, mentre il nord del Paese è vittima di una guerra che dura 17 mesi tra le forze governative e i ribelli del Tigrai. Le terribili condizioni in atto in tutta la zona sono state esacerbate dal conflitto in Ucraina, che ha contribuito all’aumento dei prezzi di cibo e carburante e all’interruzione delle catene di approvvigionamento globali, ha spiegato il Wfp.

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli