8.9 C
New York
sabato, Luglio 20, 2024

ONU: Guterres molto preoccupato da pandemia e sistema finanziario globale

NEW YORK, 17 DICEMBRE – Per la pandemia di Covid due mesi fa l’Oms ha presentato una strategia per vaccinare il 40% delle persone nel mondo entro fine anno e il 70% entro la metà del 2022. A pochi giorni dalla scadenza “tuttavia 98 Paesi non hanno raggiunto l’obiettivo e 40 non hanno vaccinato nemmeno il 10% della loro popolazione”. Lo ha detto il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, precisando che nelle nazioni a basso reddito meno del 4% della popolazione è completamente vaccinato. Sostenendo che il mondo “non può sconfiggere una pandemia in modo non coordinato“, il Segretario ha dichiarato che i paesi “devono intraprendere azioni concrete nei prossimi giorni”. Guterres ha anche chiesto agli Stati membri di essere “molto più ambiziosi” nei loro sforzi per raggiungere il 70% delle persone in tutti i paesi entro la metà del 2022.

LE VARIANTI

“L’iniquità vaccinale sta dando alle varianti un passaggio gratuito per scatenarsi, devastando la salute delle persone e delle economie in ogni angolo del globo”, ha detto Guterres. Secondo l’OMS, i tassi di vaccinazione nei paesi ad alto reddito sono 8 volte superiori rispetto ai paesi dell’Africa. Ai tassi attuali, il continente non raggiungerà la soglia del 70% fino ad agosto 2024. A causa di tutto ciò, il Segretario generale ritiene che “COVID-19 non stia scomparendo”.

“Sta diventando chiaro che i vaccini da soli non sradicheranno la pandemia. I vaccini stanno evitando il ricovero in ospedale e la morte per la maggior parte di coloro che li ottengono, rallentando la diffusione. Ma i contagi non mostrano alcun segno di cedimento, a causa della disuguaglianza delle vaccinazioni, dell’esitazione e dei dubbi e dall’autocompiacimento”.Vaccinazioni

UN ANNO DIFFICILE

Nella sua ultima conferenza stampa di fine anno a New York, Guterres ha detto che il mondo sta “arrivando alla fine di un anno difficile”. Nel 2021, ha sottolineato, la pandemia infuriava ancora, le disuguaglianze continuavano ad aumentare, l’onere per i paesi in via di sviluppo diventava più pesante e la crisi climatica rimaneva irrisolta. “Sono profondamente preoccupato. Se le cose non migliorano – e se non lo fanno  velocemente – ci attendono tempi ancora più difficili”, ha avvertito il capo delle Nazioni Unite. I paesi africani hanno avuto accesso ai vaccini solo attraverso la struttura COVAX.

Tutto quello che è successo dimostra, ha aggiunto, che ”è venuto il momento di una riforma del sistema finanziario internazionale“. La risposta alla pandemia e quella del sistema finanziario internazionale, ”rivelano fallimenti di governance che sono anche fallimenti morali. “Sono determinato a far sì che il 2022 sia l’anno in cui finalmente affronteremo i deficit in entrambi i sistemi di governance”, ha affermato. Infine GUterres ha menzionato la sua ultima visita dell’anno, che lo porterà domani in Libano, un paese “in preda a tutte queste sfide e al altre ancora peggiori”.

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli