8.9 C
New York
mercoledì, Maggio 29, 2024

Consiglio Ue rinvia decisioni su migranti; a Fiumicino arriva nuovo corridoio umanitario

ROMA, 25 GIUGNO – Mentre il Consiglio europeo ha deciso di rinviare a settembre ogni decisione sul ricollocamento dei migranti, il superamento del trattato di Dublino e l’organizzazione dei flussi di ingresso regolare, sono giunti oggi a Fiumicino, con i corridoi umanitari realizzati dalla Comunità di Sant’Egidio in collaborazione con la Cei, 13 profughi originari dello Yemen e dell’Eritrea, tra cui 8 minori, che, in diverse regioni italiane (Emilia Romagna, Lombardia e Campania), saranno accolti e avviati all’integrazione.

“Best practice organizzata e finanziata dalla società civile – con oltre 3.700 profughi finora giunti in Italia, Francia, Belgio e Andorra – i corridoi umanitari continuano a dimostrare a tutti Stati europei che sono possibili, anzi doverose, soluzioni di accoglienza e di integrazione nel nostro tessuto sociale e lavorativo”, afferma la Comunita’ di Trastevere in una nota per la stampa.

I corridoi umanitari sono frutto di una collaborazione ecumenica fra protestanti e cattolici che hanno scelto di unire le loro forze per un progetto di alto profilo umanitario indirizzato a profughi in condizioni di vulnerabilità. Lanciato anche in Francia e Belgio, il progetto è un modello per l’accoglienza in Europa.

La base giuridica dell’iniziativa è fornita dall’art. 25 del Regolamento CE 810/2009 che concede ai paesi Schengen la possibilità di rilasciare visti umanitari validi per il proprio territorio. Una volta in Italia i beneficiari hanno la possibilità di avanzare domanda di asilo e vengono supportati durante l’iter legislativo. Tra gli obiettivi del progetto, i più importanti sono evitare le tragedie in mare; contrastare il business dei trafficanti di esseri umani e delle organizzazioni criminali; concedere a persone in “condizioni di vulnerabilità” (vittime di persecuzioni, torture e violenze, famiglie con bambini, donne sole, malati, persone con disabilità) un ingresso legale sul territorio; gestire gli ingressi in modo sicuro sul territorio italiano. I corridoi umanitari sono infatti garanzia di sicurezza sia per i migranti sia per chi già risiede in Italia, in quanto il rilascio dei visti è subordinato a controlli di sicurezza da parte del Ministero dell’Interno. (@OnuItalia)

 

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli