8.9 C
New York
domenica, Luglio 21, 2024

Yemen: emergenza umanitaria, alla Farnesina Del Re vede esponenti sauditi e di Sanaa

ROMA, 24 OTTOBRE – La sanguinosa guerra in Yemen e la situazione umanitaria nel paese sono stati i temi al centro di una riunione alla Farnesina tra la Vice Ministra agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Emanuela Del Re, Abdullah Bin Abdulaziz Al Rabeeah, Consigliere del Re dell’Arabia Saudita e Supervisore Generale del Centro Re Salman per l’aiuto e il Soccorso Umanitario e Abdulraqeb Saif Fateh Al-Dubai, Ministro degli enti locali dello Yemen e Capo del Comitato nazionale per il soccorso umanitario.
La Vice Ministra ha ribadito la convinzione italiana che solo una soluzione politica del conflitto può aprire la strada alla risoluzione della crisi umanitaria in corso. L’Italia ha sempre sostenuto il processo di mediazione condotto dalle Nazioni Unite e gli sforzi dell’Inviato speciale ONU, che rimangono l’unica via percorribile.Yemen

”Siamo pienamente consapevoli delle sofferenze della popolazione yemenita ed è urgente porvi una fine – ha detto Del Re – L’Italia sta fornendo il suo contributo con 5 milioni di euro per l’assistenza umanitaria nell’anno in corso, già distribuiti alle organizzazioni internazionali sul terreno, per sostenere le operazioni umanitarie in particolare nei settori della sicurezza alimentare, della salute e della protezione dei gruppi più vulnerabili. È previsto anche un ulteriore contributo di 1 milione di euro, per il 2019, nei settori dello sminamento umanitario e della salute”.
La Vice Ministra ha infine esaminato con il Ministro Abdulraqeb alcune criticità nell’accesso degli aiuti umanitari al Paese e la necessità di considerare tutte quelle misure, anche di tipo doganale e fiscale, per facilitare l’ingresso nel Paese di beni essenziali per l’attività umanitaria.

Maria Novella Topi
Maria Novella Topihttps://onuitalia.com
Maria Novella Topi è stata a lungo capo servizio della Redazione Esteri dell'Ansa. Tra le sue missioni l'Albania (di cui ha seguito per l'agenzia la caduta del comunismo e le successive rivolte), l'Iraq e la Libia. Ha lavorato per lunghi periodi nell'ufficio di corrispondenza di Parigi. Collabora da Roma a OnuItalia.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli