8.9 C
New York
sabato, Giugno 22, 2024

Sport contro il crimine: le medaglie d’oro olimpiche Vezzoli e Fantin in Assemblea generale

NEW YORK, 5 GIUGNO – Due leggende dello sport italiano, i pluricampioni olimpici Valentina Vezzoli e Antonio Fantin, hanno preso parte nei banchi riservati all’Italia in un dibattito dell’Assemblea Generale dell’ONU sullo sport come strumento chiave per la il contrasto alla criminalita’.

I due campioni, su input della Missione permanente italiana alle Nazioni Unite, sono intervenuti al “Palazzo di vetro” nell’ambito del convegno “Prevenzione del crimine e dello sviluppo sostenibile attraverso lo sport“ e, successivamente, nel panel “Prevenzione del crimine giovanile attraverso iniziative sportive”. Attraverso la loro testimonianza, introdotta dall’intervento dell’Ambasciatore Maurizio Massari, i due esponenti del gruppo sportivo cremisi hanno sottolineato l’importanza dello sport quale strumento utile a prevenire la criminalità, soprattutto tra i giovani e nelle aree difficili delle città, e a promuovere lo sviluppo sostenibile delle persone. Due obiettivi che fanno parte del programma stilato dal Dipartimento degli affari economici e sociali delle Nazioni unite.

Valentina Vezzali e Antonio Fantin hanno quindi illustrato quanto la Polizia di Stato fa per diffondere la cultura della legalità tra i ragazzi attraverso lo sport e il divertimento, condividendo con l’assemblea le “buone pratiche” italiane in materia. Si è infatti parlato dell’importanza che rivestono le “Palestre della legalità”, dove gli atleti e i tecnici delle Fiamme oro coinvolgono i giovani nelle discipline sportive, insegnando loro quanto siano importanti il rispetto reciproco e delle regole nello sport, così come nella vita di tutti i giorni.

Nel dibattito Massari e’ intervenuto a titolo nazionale, ricordando l’importanza dello sport per la pace, lo sviluppo sostenibile, l’inclusione, la tolleranza e il rispetto soprattutto tra i giovani.

La presenza di modelli positivi è cruciale nella prevenzione del crimine, poiché fornisce ai giovani narrazioni e aspirazioni alternative rispetto a quelle che potrebbero incontrare nel loro ambiente immediato”, ha detto Massari introducendo all’Assemblea Generale i due illustri campioni olimpici, entrambi sei volte medaglia d’oro nelle rispettive discipline (la scherma e il nuoto) e entrambi membri stimati delle Fiamme Oro, il gruppo sportivo che fa capo alla Polizia dello Stato: “Il loro coinvolgimento – ha detto l’Ambasciatore – sottolinea la convinzione che lo sport possa essere uno strumento efficace per la prevenzione del crimine, sostenuto da iniziative come le Palestre della Legalità, che coinvolgono i giovani in attività sportive ed educative per promuovere una cultura della legalità e della coesione sociale nelle aree degradate”. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli