8.9 C
New York
venerdì, Luglio 19, 2024

Italia con il PAM per il programma dei pasti scolastici in Libano

BEIRUT, 5 MARZO – Il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (PAM) ha ricevuto un contributo di 1,5 milioni di euro dalla Cooperazione Italiana per sostenere il programma di pasti scolastici in Libano che fornisce pasti e spuntini nutrienti a oltre 100.000 ragazzi e ragazze in 185 scuole pubbliche del Paese.

Il programma, strettamente coordinato con il Ministero dell’Istruzione e dell’Educazione Superiore, è stato lanciato nel 2016 per migliorare la salute, l’apprendimento e l’accesso all’istruzione degli studenti. Il programma ha raggiunto inizialmente 10.000 scolari in 22 scuole pubbliche primarie e si è costantemente ampliato.

“Ho assistito alla crescita esponenziale di questo programma negli ultimi anni, che ora raggiunge un numero di studenti dieci volte superiore rispetto al passato”. Questo è ciò che afferma il rappresentante e direttore nazionale del PAM in Libano Abdallah Alwardat. “Siamo grati per il generoso contributo e l’impegno del popolo e del governo italiano che hanno sostenuto il programma di pasti scolastici in Libano fin dal suo inizio”.

Oltre all’espansione del raggio d’azione, il programma ha anche rafforzato i legami con le aziende locali e i collegamenti con altri programmi del PAM. Quasi tutti gli ingredienti alimentari per i pasti e gli spuntini scolastici sono ora prodotti e acquistati localmente, sostenendo l’economia locale, i negozianti e gli agricoltori.

In uno sviluppo significativo, il PAM ha anche sostenuto gli sforzi del Ministero dell’Istruzione e dell’Educazione Superiore per entrare a far parte della School Meals Coalition nell’agosto 2023. Questa coalizione funge da forum cruciale per guidare le azioni volte a migliorare e scalare i programmi nazionali di pasti scolastici entro il 2030.

“La visita di oggi alla Aley Mixed Intermediate Public e alla Aley First Mixed Intermediate School evidenzia l’impatto tangibile dei nostri sforzi. Entrambe hanno beneficiato del programma di pasti scolastici del PAM. Ciò dimostra la nostra collaborazione con il MEHE e il PAM per sostenere l’istruzione in Libano”, ha dichiarato l’Incaricata d’Affari dell’Ambasciata d’Italia Silvia Tosi. “L’iniziativa è sostenuta anche dai contributi della Cooperazione italiana. È in linea con il nostro impegno per migliorare l’accesso e la permanenza a scuola, e ciò vale per tutti i bambini libanesi. Vuole anche favorire un ambiente più sano e nutriente, essenziale per la loro crescita e il loro sviluppo”.

L’Italia ha sostenuto il PAM Libano attraverso l’AICS con un totale di oltre 12,7 milioni di dollari dal 2016 con contributi costanti al Programma Pasti Scolastici ogni anno dal suo lancio.

“Ringraziamo e apprezziamo il generoso finanziamento del governo italiano attraverso la Cooperazione italiana per il programma di alimentazione scolastica, e ringraziamo il Programma alimentare mondiale. Questo programma ha visto uno sviluppo e un’espansione negli ultimi anni e la sua portata supera ora i centomila studenti in tutto il Libano. Tutti i bambini iscritti alle scuole beneficiano ugualmente di questi pasti, senza alcuna discriminazione tra libanesi e non libanesi, perché il bisogno di cibo è uno solo, soprattutto dopo l’aggravarsi della crisi che il Libano sta vivendo”, ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione e dell’Educazione Superiore del Libano, Dr. Abbas Halabi: “Ci auguriamo che il programma di alimentazione scolastica diventi in futuro un punto fermo del nostro piano educativo”. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli