8.9 C
New York
giovedì, Luglio 11, 2024

Settimana della Cucina Italiana nel mondo fa tappa al Palazzo di Vetro

NEW YORK, 16 NOVEMBRE – La Cucina italiana, candidata al patrimonio immateriale dell’UNESCO, e’ arrivata all’ONU nell’ambito della ottava Settimana della Cucina italiana nel mondo.

Portando in primo piano la sinergia tra sostenibilità dei sistemi produttivi, sicurezza alimentare e alimentazione come fonte di benessere, la Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’ONU ha co-organizzato insieme all’associazione “Journey in Italy”, dell’arch. Antonella Bondi, autrice del progetto, nel Quartier Generale delle Nazioni Unite, l’incontro seminariale “Traditional diets for sustainable wellbeing” con la partecipazione delle Rappresentanze Permanenti di Argentina e Giappone e delle agenzie onusiane UNESCO e FAO.

Dopo il segmento iniziale aperto dall’Ambasciatore Maurizio Massari e dai rispettivi Ambasciatori e Direttori presenti, ha avuto luogo un nutrito panel di esperti sul tema “Between Tradition and Innovation: Sustainable practices for food, nutrition and well-being”, con numerosi spunti di riflessione sui punti di contatto tra tradizione e innovazione in ambito alimentare e culinario.

Nel panel sono intervenuti lo Chef stellato Heinz Beck, i Professori Francesco Zurlo e Matteo Oreste Ingaramo dell’Università Politecnico di Milano, la Presidente della “Fondazione Luciano Pavarotti”, Nicoletta Mantovani e la figlia Alice Pavarotti, la giornalista e scrittrice Camilla Baresani, la Vice Presidente ADI Antonella Andreani. Ha chiuso il panel l’Architetto Bondi, che ha portato il suo Grand Tour oltre che nella sede delle Nazioni Unite di New York, in altre quattro tappe in contemporanea con Milano, Hong Kong, Pechino , e Shenzhen.

A seguire, nel ricevimento incentrato sulla dieta tradizionale italiana, ha avuto luogo una dimostrazione culinaria dello chef stellato Heinz Beck.

Come evidenziato nel discorso di saluto dal Rappresentante Permanente d’Italia, l’Ambasciatore Maurizio Massari, sostenibilità, cooperazione, inclusività e innovazione nell’ambito della nutrizione sono al cuore dell’impegno dell’Italia su vari fronti, sia a livello nazionale che internazionale. Questi aspetti, con forte impronta identitaria nella tradizione culinaria italiana, sono prominenti nell’azione dell’Italia anche all’interno sistema onusiano.

L’Italia, che ospita a Roma il quartier generale delle principali agenzie ONU specializzate in ambito alimentare, ha avuto infatti un ruolo di primo piano nell’organizzazione del Food Systems +2 Summit, tenutosi a Roma a luglio, e presiede il Group of Friends of Food Security and Nutrition a New York, che consta più di 50 paesi membri impegnati nella promozione attiva di sicurezza alimentare e nutrizione a più livelli.

L’ambasciatore Massari ha sottolineato come, nel contesto dei drammatici sviluppi internazionali, condivisione e spirito comunitario attorno alla tavola – temi identitari della tradizione culinaria italiana – possono rilanciare l’importanza della cooperazione e del dialogo interculturale. (@OnuItalia)

 

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli