8.9 C
New York
lunedì, Maggio 27, 2024

Scuole inclusive e sicure: Italia ospita evento su istruzione in zone di guerra

NEW YORK, 14 LUGLIO – Come garantire che bambini in aree di conflitti prolungati ricevano un’istruzione inclusiva come i loro coetanei che vivono dove non c’e’ la guerra : questo è stato il tema discusso durante un dibattito di alto livello che l’Italia, il Giappone e la Svizzera hanno sponsorizzato oggi insieme a UNESCO e UNICEF presso la sede delle Nazioni Unite.

“La protezione dell’istruzione nei conflitti armati e nelle situazioni di crisi è una priorità importate per l’Italia”, ha dichiarato il Rappresentante Permanente italiano, Ambasciatore Maurizio Massari: “Nelle situazioni di emergenza così come nelle aree fragili e colpite dai conflitti, diamo la priorità al sostegno all’istruzione delle ragazze. La qualità e l’inclusività dell’istruzione e la preparazione degli insegnanti sono obiettivi importanti anche per l’Italia. Ci atteniamo alla Dichiarazione sulle Scuole Sicure approvata nel 2015 per proteggere gli studenti, il personale scolastico e le infrastrutture educative in tempi di guerra. Crediamo che sia essenziale continuare a richiamare l’attenzione della comunità internazionale su questo tema in tutti i forum internazionali”, ha aggiunto.

Massari ha ribadito quanto detto da altri relatori: “Stiamo vivendo una grave crisi umanitaria e ai bambini, insieme ai loro genitori, viene chiesto di lasciare i loro paesi abbandonando l’istruzione. Abbiamo l’obbligo di fermare i rischi che i bambini e gli adolescenti affrontano nelle situazioni di crisi e dovremmo ricordare che coloro che non frequentano la scuola affrontano maggiori rischi di stupro, omicidio, prostituzione e altre attività pericolose, spesso illegali”. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli