8.9 C
New York
giovedì, Maggio 30, 2024

Cuamm presenta il nuovo progetto con l’Africa: formare 10 mila operatori sanitari

MILANO, 23 MAGGIO – In occasione dell’Africa Day, che ricorre il 25 maggio, Medici con l’Africa Cuamm ha presentato oggi a Milano un nuovo e grande impegno, una mobilitazione per mettere al centro l’Africa e i suoi bisogni. Accanto al Cuamm, primi ad accogliere l’invito, il Comune e la Diocesi di Milano, le Università, il Conservatorio, la società civile e tanti amici e sostenitori. Oltre 200 appuntamenti e momenti di sensibilizzazione in tutta Italia per coinvolgere tutti in una nuova sfida: formare 10.000 nuovi operatori sanitari in Africa.

Cuamm presenta il nuovo progetto con l'Africa: formare 10 mila operatori sanitari“Con il Cuamm e don Dante Carraro condividiamo un modo di fare, un metodo”, ha detto il sindaco Giuseppe Sala, dando i saluti di benvenuto a Palazzo Marino: “Quando Medici con l’Africa Cuamm parla di un’idea di lavoro, parla di con e non per l’Africa. Questo è anche il nostro impegno per esempio con Freetown, in Sierra Leone, e la sindaca di questa città”.

Don Dante Carraro, direttore di Medici con l’Africa Cuamm in vista dello speciale appuntamento dell’Annual Meeting previsto per il prossimo 4 novembre al Conservatorio di Milano, ha lanciato la grande sfida della formazione come alternativa alla fuga dall’Africa. “Il Covid prima, la guerra in Ucraina poi, la grave crisi globale che stiamo vivendo stanno piegando l’Africa, infragilendo anche quei pochi servizi esistenti. Il costo dei generi alimentari, della benzina, e di ogni bene è aumentato in modo vertiginoso. Noi qui vediamo solo una piccolissima parte del problema, solo il 5/10% degli africani arriva nelle nostre coste. L’80% migra nei paesi vicini, all’interno del continente. Come Cuamm non abbiamo la soluzione a questo problema, ma con l’aiuto di tutti, possiamo fare la nostra parte, dare delle risposte che passano attraverso la formazione di personale sanitario competente e motivato.”

Portando la voce dell’Università Statale di Milano, il vicerettore Guido Sali ha sottolineato la lunga collaborazione con Medici con l’Africa Cuamm sia nella formazione con il Master in Salute globale, sia nell’invio di giovani specializzandi negli ospedali del Cuamm in  Africa: “Essere partner del Cuamm è per noi un privilegio, parte di un percorso di lunga data. Stiamo progettando persino una sorta di Erasmus con alcuni paesi africani, per dare la possibilità anche a studenti e docenti africani di venire in Italia”. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli