8.9 C
New York
venerdì, Maggio 17, 2024

Cooperazione: i temi del Consiglio Nazionale e i prossimi appuntamenti internazionali

ROMA, 26 MAGGIO – La Vice Ministra degli Esteri e della Cooperazione internazionale, Marina Sereni, ha presieduto la riunione plenaria del Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo (CNCS), organismo che riunisce i principali soggetti pubblici e privati, profit e non profit, operanti nel mondo della cooperazione. Il CNCS, che si riunisce  per l’ottava volta, secondo quanto ricorda il sito Infocooperazione,  è un organo previsto dall’art. 16 legge 125/2014 come principale ”strumento di partecipazione, consultazione e proposta” e dovrebbe riunirsi almeno una volta l’anno per esprimere pareri non vincolanti sulle materie attinenti la cooperazione allo sviluppo.
All’ordine del giorno, sempre secondo Infocooperazione, sono stavolta una serie di impegni e appuntamenti importanti per la cooperazione internazionale dell’Italia che si terranno da qui all’estate.

1. Presentazione da parte del Gruppo di lavoro n.1 delle raccomandazioni per l’adesione del Sistema della cooperazione italiana allo sviluppo al Piano d’azione nazionale per la coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile.

2. Presentazione della II Conferenza Pubblica Nazionale ‘Co-Opera 2022’.

3. Informativa sulla programmazione degli interventi della Cooperazione Italiana per il 2022.

4. Coprogrammazione e coprogettazione nelle politiche di cooperazione allo sviluppo.

5. Prossimi appuntamenti internazionali di interesse per il Sistema della Cooperazione Italiana: Mid-Term Review OCSE-DAC, Voluntary National Review – UN High Level Political Forum, Global Partnership for Effective Development Cooperation.

6. Aggiornamento sulle attività dei Gruppi di lavoro.

II Conferenza Pubblica Nazionale ‘Co-Opera 2022’
Il primo appuntamento rilevante è quello di CO[OPERA]. Il 23 e 24 giugno si terrà infatti a Roma la seconda edizione della conferenza nazionale con l’obiettivo di ”favorire la partecipazione dei cittadini nella definizione delle politiche di cooperazione allo sviluppo”. La prima edizione si era tenuta sempre a Roma a gennaio del 2018.
Questa seconda edizione si preannuncia come un’occasione di incontro e dialogo tra tutti i protagonisti del sistema della cooperazione italiana in ambito internazionale e nei contesti multilaterali. L’evento sarà strutturato su 4 panel tematici che si susseguiranno nella due giorni attraverso talk, interventi di esperti e rappresentanti delle istituzioni oltre che testimonianze dal campo.

Mid-Term Review OCSE DAC
Il secondo appuntamento, sempre nel mese di giugno a Roma (13 e 14) è la missione in Italia del segretariato OCSE DAC per la Mid-Term Review della Peer Review della cooperazione italiana. Si tratta del processo di ‘valutazione tra pari’ con il quale il DAC (Development Assistance Committee dell’OCSE) esamina il sistema di cooperazione allo sviluppo di ciascun paese membro attraverso ogni 4/5 anni, la cooperazione italiana è stata valutata nel 2019. A seguito di quella valutazione il DAC ha pubblicato gli esiti della valutazione contenuti nel rapporto finale composto da un executive summary, schede di approfondimento, grafici e raccomandazioni. Sono proprio queste ultime a comporre il lascito più importante del processo di valutazione volto al miglioramento.
Sono 11 i punti critici sollevati dal DAC sulla cooperazione italiana che saranno approfonditi in questa Mid-Term Review che serve proprio a valutare gli avanzamenti positivi messi in campo dalle istituzioni del paese rispetto alle raccomandazioni. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli