8.9 C
New York
mercoledì, Maggio 22, 2024

Italia e molti occidentali diserteranno la Conferenza di Durban

ROMA, 7 SETTEMBRE – In linea con altri paesi occidentali, anche l’Italia non parteciperà alla prossima Conferenza Mondiale Contro il Razzismo, anche nota come Conferenza di Durban, che si svolgerà a settembre a New York.

Nei mesi scorsi erano emerse polemiche per il fatto che la nuova conferenza intergovernativa dell’Unesco avrebbe rischiato di trasformarsi in una riunione antisemita e anti-israeliana come accadde negli eventi precedenti fin dalla edizione nel 2001 a Durban in Sudafrica, quando Israele venne definito uno “stato razzista e di apartheid”.

Hanno già deciso per il boicottaggio, oltre all’Italia, Stati Uniti, Canada, Australia, Regno Unito, Francia, Germania, Austria, Olanda, Ungheria, Repubblica Ceca e ovviamente Israele: tutti Paesi che avevano già disertato l’edizione del 2011, a New York, e molti di quelli che non erano andati a Ginevra per l’edizione 2009.

Nel 2001 la Conferenza si trasformò in un atto d’accusa contro Israele con la distribuzione, tra l’altro, di materiali antisemiti come I Protocolli dei Saggi di Sion. Nel 2009 ci fu poi uno show anti-israeliano dell’allora presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad, unico leader a salire sul palco. L’Unione europea si spaccò con l’uscita dalla sala dei 23 ministri dell’Ue presenti, ma non la Francia, rappresentata però solo a livello di ambasciatore, per “far sentire un’altra voce, quella della tolleranza e della responsabilità”.

Nel 2011 l’Italia confermò il boicottaggio delle celebrazioni del decennale perché, nelle parole dell’allora ministro degli Esteri Franco Frattini, non esistevano “le condizioni minime per partecipare all’evento”. E anche Parigi in quella occasione si
sfilò: una posizione riconfermata dal presidente Emmanuel Macron
che a metà agosto ha ribadito l’assenza dalla Conferenza della
Francia: “Continueremo a lottare contro ogni forma di razzismo e veglieremo affinché la conferenza di Durban si svolga nel rispetto dei princìpi fondatori delle Nazioni Unite”, aveva precisato l’Eliseo
in una nota a metà agosto. (OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli