8.9 C
New York
venerdì, Maggio 17, 2024

A Trieste G20 sul digitale: Giorgetti, attacchi a sicurezza minano fiducia cittadini

TRIESTE, 5 AGOSTO – Economia e transizione digitali, ricerca e sviluppo: sono tra i temi della due giorni di incontri del G20 a presidenza italiana dedicato alla digitalizzazione e alla ricerca, che – proprio in coincidenza con il peggiore attacco hacker mai condotto contro obiettivi italiani – si sono aperti oggi a Trieste con la partecipazione di una quarantina di delegazioni, compresi i vertici dell’Ue e dell’UNESCO.
Le Riunioni Ministeriali sono presiedute dal Ministro dell’Innovazione Ecologica e la Transizione Digitale Vittorio Colao, dal Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti e dalla Ministra della Ricerca Scientifica Maria Cristina Messa. Parteciperà alle sessioni anche la Sottosegretaria allo Sviluppo Economico Anna Ascani.

Il confronto tra i Paesi del G20 sulle tematiche inerenti al digitale è iniziato nel febbraio 2021 e ha condiviso le priorità evidenziate dalla presidenza italiana per assicurare una rapida risposta internazionale dopo la pandemia. In coerenza con questo obiettivo, la Task Force sull’economia digitale (DETF), co-presieduta dai due ministeri italiani (Sviluppo economico e transizione digitale), ha adottato una visione pragmatica volta a favorire l’apprendimento reciproco tra i Paesi membri e i Paesi invitati, nella consapevolezza della diversità degli approcci normativi e delle soluzioni tecnologiche adottate.

Vittorio Colao

Le tematiche della riunione sono state organizzate in due aree: ‘Digital Economy’ di pertinenza del MiSE e ‘Digital Government’ di competenza del MITD.
La discussione sulla seconda area si concentrerà in primo luogo sul ruolo dell‘identità digitale, sia come mezzo per garantire una forma sicura di identificazione, sia come strumento per accedere ai servizi pubblici in sicurezza e nel rispetto della privacy, assicurando una partecipazione al tessuto economico più attiva ed inclusiva.

La Presidenza ha inoltre promosso la condivisione di esperienze tra i membri del G20, attraverso la mappatura di buone pratiche che dimostrano come i governi possano trasformare se stessi e utilizzare al meglio le tecnologie digitali, quali, ad esempio, l’intelligenza artificiale e i dati, per servire al meglio l’economia e la società. La Task Force, infine, si è concentrata sul ruolo che svolgono le varie forme di regolamentazione agile nel favorire l‘innovazione e la crescita economica.

Giancarlo Giorgetti

“Se si vuole affrontare la sfida della sicurezza digitale è necessario rafforzare la risposta dei governi”, ha detto Giorgetti nell’introduzione”Le minacce alla sicurezza e al flusso dei dati possono compromettere il processo di innovazione e rallentare l’adozione di nuove tecnologie. Queste azioni rischiano di minare la fiducia dei cittadini nelle organizzazioni e nella tecnologia – ha aggiunto il ministro – La trasformazione digitale deve essere inclusiva e non lasciare indietro nessuno, avere un grande impatto sulla trasformazione economica e deve tenere presenti le Pmi che rischiano di pagare il prezzo più alto e i territori meno agevolati che non hanno partecipato finora a questa evoluzione: non possiamo creare gap nè all’interno del Paese nè a livello globale”.

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli