8.9 C
New York
domenica, Maggio 26, 2024

Meteo e clima: lanciato a Ginevra primo Hydromet Gap Report

GINEVRA, 13 LUGLIO – Oltre 23.000 vite all’anno risparmiate, potenziali benefici annuali per almeno 162 miliardi di dollari realizzati: migliorando le previsioni meteorologiche, i sistemi di allarme rapido e le informazioni sul clima (detti hydromet), secondo un nuovo rapporto, i benefici che ne deriverebbero sarebbero molto consistenti.
Il primo Hydromet Gap Report, lanciato a Ginevra, fotografa i benefici di servizi meteorologici e climatici efficaci, presenta le sfide da affrontare e propone azioni prioritarie a sostegno dei paesi in via di sviluppo per rafforzare la loro capacità.
Il rapporto è stato presentato dai leader dell’Alleanza per lo Sviluppo Hydromet, che riunisce l’Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO) e le istituzioni internazionali di sviluppo, umanitarie e finanziarie, in un evento di alto livello sulle soluzioni idrometriche necessarie per un’azione climatica efficace e uno sviluppo sostenibile.

L’Alliance for Hydromet Development è stata lanciata alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, COP25,a Madrid. I membri dell’Alleanza si sono impegnati collettivamente a unire e potenziare gli sforzi per colmare il divario di capacità su servizi meteorologici, climatici, idrologici e ambientali come base per uno sviluppo resiliente e sostenibile.

Il rapporto evidenzia come gli investimenti in sistemi di allarme rapido creino benefici del valore almeno dieci volte superiore ai loro costi e siano fondamentali per costruire resilienza alle condizioni meteorologiche estreme. Eppure, solo il 40% dei paesi dispone attualmente di sistemi di allarme efficaci e permangono grandi lacune nei dati essenziali alla base delle osservazioni da cui dipendono questi servizi, in particolare nei paesi meno sviluppati e nei piccoli Stati insulari in via di sviluppo.
“Il nostro clima sta cambiando rapidamente. L’ultimo decennio è stato il più caldo mai registrato. La temperatura media globale è di circa 1,2 °C più calda rispetto ai tempi preindustriali. Siamo lontani dalla riduzione delle emissioni globali di gas serramin linea con l’accordo di Parigi”, ha commento il Segretario Generale del WMO, Petteri Taalas. Sebbene la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra rimanga essenziale, il Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha chiesto una svolta nelle azioni e nella resilienza nel 2021. Tale svolta è fondamentale per garantire che tutte le persone, in particolare le più vulnerabili, possano adattarsi ed essere più resilienti alle conseguenze degli inevitabili eventi meteorologici e climatici futuri.
“I servizi meteorologici e climatici basati sulla scienza e basati sui dati sono alla base di efficaci misure” per combattere le conseguenze degli eventi meteo e ambientali più rav”. ha aggiunto Taalas.

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli