8.9 C
New York
venerdì, Maggio 24, 2024

AIEA: dg Mariano Grossi in visita in Italia vede il Papa, di Maio ed esperti di nucleare

ROMA, 15 GIUGNO – Una due giorni di colloqui ad alto livello ha visto impegnato a Roma il Direttore generale dell’Agenzia Atomica AIEA, Rafael Mariano Grossi, che ha visto Papa Francesco e il ministro degli Esteri Luigi di Maio, tra gli altri.

Di Maio ha rinnovato l’impegno dell’Italia per la non proliferazione di armi nucleari e l’apprezzamento italiano per l’azione svolta dall’AIEA nei confronti dell’Iran al fine di proseguire nel monitoraggio previsto dall’Accordo delle Salvaguardie. Ha inoltre ribadito l’auspicio italiano per una conclusione positiva dei negoziati in corso a Vienna per il pieno ripristino dell’Accordo nucleare JCPoA con l’Iran.

Incontrando il Pontefice in udienza privata, Grossi ha descritto l’AIEA come ”uno strumento di pace, un acceleratore della salute e dello sviluppo umano, una forza di ecologia integrale e una voce di armonia in tempi difficili”. Grossi ha sottolineato gli usi pacifici della tecnologia nucleare e i benefici che ne derivano, rilevando il ruolo della non proliferazione nucleare nella creazione di un mondo più sicuro e pacifico.
“L’AIEA, dalla sua missione e dal suo lavoro, condivide con la Chiesa cattolica romana una preoccupazione e un impegno per il benessere e il miglioramento la nostra società globale”, ha detto Grossi in quello che ha descritto come uno scambio profondamente ”commovente e indimenticabile” con il Papa.

Grossi con Di Maio

In passato, Papa Francesco ha espresso in una serie di messaggi e documenti la posizione della Chiesa per un mondo libero dalle armi nucleari. Egli ha chiesto la piena attuazione del Trattato di non proliferazione delle armi nucleari (TNP) e ha riconosciuto che l’energia nucleare conferisce all’umanità un enorme potere e possibilità. Grossi è stato ricevuto poi dal ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale Luigi Di Maio. Ha ringraziato il governo italiano per il sostegno che ha fornito all’AIEA negli ultimi anni, che ha incluso l’organizzazione di corsi di formazione, contribuendo finanziariamente al programma di borse Marie Sklodowska-Curie, partecipando alle attività dell’AIEA relative ai piccoli reattori modulari (CGO) e ai reattori veloci, allo smantellamento degli impianti nucleari, alla gestione dei rifiuti radioattivi, all’educazione alla sicurezza nucleare e ai contributi alle pubblicazioni dell’AIEA.

“L’Italia è uno stretto partner dell’AIEA il cui inestimabile sostegno e collaborazione aiuta l’Agenzia a svolgere il suo mandato. Speriamo di continuare le nostre relazioni e di espanderlo in nuove aree, come fermare l’emergere di future pandemie”, ha affermato Grossi. Di Maio ha inoltre ribadito l’auspicio italiano per una conclusione positiva dei negoziati in corso a Vienna per il pieno ripristino dell’Accordo nucleare JCPoA con l’Iran.Nucleare Iran

Il mese scorso Grossi aveva incontrato il Presidente del Parlamento Roberto Fico con il quale ha discusso del lavoro dell’AIEA nella verifica e nel monitoraggio nucleare, nonché di ZODIAC, un’iniziativa dell’AIEA per aiutare i paesi a prevenire le pandemie causate da batteri, parassiti, funghi o virus che hanno origine negli animali e possono essere trasmessi all’uomo.

Quest’anno l’Italia ospita il Vertice del G20 di ottobre, che si concentrerà sulla salute pubblica, la popolazione, il pianeta e la prosperità, e insieme al Regno Unito la conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici COP26. Nell’ambito della COP26, si terrà a Milano l’evento pre-COP Summit e Youth4Climate. Grossi e Di Maio hanno discusso di come l’AIEA possa essere ulteriormente coinvolta in queste attività e sostenere gli sforzi globali verso un futuro sostenibile e a basse emissioni di carbonio. Hanno inoltre accennato ai progressi compiuti nello smantellamento dei siti nucleari in Italia. Grossi ha visto anche Emanuele Fontani, Amministratore Delegato di Sogin, l’azienda responsabile dello smantellamento delle centrali nucleari italiane e della gestione dei rifiuti radioattivi, che è stato il tema principale delle loro discussioni.

Grossi con Maurizio Pernice

Rafforzando ulteriormente il rapporto dell’AIEA con l’Autorità italiana per la sicurezza nucleare e la protezione radio (ISIN), Grossi ha infine incontrato il Direttore di tale autorità, Maurizio Pernice, per discutere ulteriormente lo stretto sostegno dell’AIEA all’ISIN nella disattivazione delle ex centrali elettriche italiane.

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli