8.9 C
New York
giovedì, Luglio 25, 2024

Palazzo Onu Ginevra: aziende italiane incaricate di ristrutturazione

Gian Lorenzo Cornado

GINEVRA, 19 NOVEMBRE – Un consorzio italiano di imprese guidato dalla CMB di Carpi e l’Ufficio Onu a Ginevra (ONUG) hanno firmato un contratto per la ristrutturazione degli edifici dello storico Palais des Nations”. L’Ambasciatore Gian Lorenzo Cornado, Rappresentante Permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali a Ginevra, ha commentato con favore la firma dell’accordo che coinvolge CSC impresa Costruzioni, dal Gruppo Salini Impregilo e da Italiana Costruzioni. Il consorzio ha vinto la gara d’appalto per la fase 2 del grande progetto ‘Strategic Heritage Plan’, che prevede la ristrutturazione degli edifici che compongono la sede principale delle Nazioni Unite ginevrina.

L’offerta italiana è stata apprezzata per ”l’equilibrata combinazione di esperienza, flessibilità e competitività. Una particolare enfasi nell’elaborazione del progetto è stata posta da ONUG nel coniugare innovazione, funzionalità e tutela del’’importante patrimonio storico del complesso, nato in seguito ad un concorso bandito nel 1927 per ospitare la sede della Società delle Nazioni, la cui realizzazione fu affidata a un comitato di cinque architetti, fra i quali l’italiano Carlo Broggi, noto esponente della corrente razionalista”.

La tranche dei lavori appaltata prevede, in particolare, la ristrutturazione dei Palazzi A,B,C,D,S e la sala impianti del palazzo E per un valore complessivo di oltre 240 miloni di Euro. ”Si tratta di una conferma della competitività delle nostre imprese all’estero, capaci di fare squadra e di interfacciarsi in modo proficuo con il sistema delle istituzioni, nazionali ed internazionali- ha commentato Cornado, aggiungendo che ”l’auspicio è che questo sviluppo possa determinare un sempre maggiore interesse da parte di soggetti imprenditoriali italiani a partecipare alle future gare, in un contesto, come quello di Ginevra, che sta conoscendo una fase di forte dinamismo”. Decisiva nell’affidamento dell’incarico, secondo un comunicato diffuso ieri da Cmb, l’impressione suscitata nel committente dagli esiti del restauro effettuato dall’azienda sul Museo dell’Opera del Duomo di Firenze.

Costruito tra il 1929 e il 1936 per la Società delle Nazioni, precursore delle Nazioni Unite, il Palais des Nations è uno dei centri diplomatici più attivi al mondo, con 34 sale conferenze, ospitando circa 12.000 incontri all’anno per oltre 75.000 delegati e 100.000 visitatori. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli