8.9 C
New York
lunedì, Maggio 27, 2024

Massari in Sesta Commissione: Italia a favore di una convenzione sulla protezione in caso di disastri

NEW YORK, 4 OTTOBRE – Nel suo primo intervento di quest’anno presso la Sesta Commissione, il Rappresentante Permanente dell’Italia all’ONU, Ambasciatore Maurizio Massari, ha confermato il pieno sostegno dell’Italia a una convenzione sulla protezione delle persone in caso di disastri che promuova la cooperazione multilaterale in linea con la Framework di Sendai per la Riduzione del Rischio di Disastri.

Portando all’attenzione della membership esempi recenti come le alluvioni a Derna in Libia e, sempre quest’anno, nel Nord Italia, Massari ha osservato che “il tema dei disastri – e i loro impatti sulle società e sulle popolazioni – rimane di primaria importanza per la comunità internazionale nel contesto della grave crisi climatica attuale e delle sue gravi conseguenze sulle società, soprattutto sulle comunità vulnerabili”. Il rapporto IPCC del 2023 ha nuovamente evidenziato l’incremento della frequenza e dell’intensità degli eventi meteorologici estremi, come ondate di calore, siccità, incendi e inondazioni. In termini di decessi, i disastri legati agli eventi meteorologici estremi colpiscono in modo sproporzionato i paesi con sistemi meno sviluppati di allarme precoce e coste basse. “Il recente disastro nella città di Derna è un duro promemoria di queste realtà”, ha aggiunto il diplomatico italiano.

Tuttavia, il rapporto del WMO del 2021 sui disastri legati al clima mostra che l’impatto si fa sentire anche in paesi e regioni con sistemi più sviluppati: le le ondate di calore del 2003 e del 2010 in Europa sono state responsabili di circa l’80% dei decessi dovuti a disastri legati al clima in Europa nel periodo dal 1970 al 2019, per un totale di oltre 127.000 morti. All’inizio di quest’anno, parte del nord Italia è stata colpita da disastrose inondazioni che hanno causato gravi danni, lo sradicamento di diverse migliaia di persone e la perdita di vite umane.

Passando a trattare il ruolo del del diritto internazionale nel contesto dei disastri, Massari ha sostenuto che l’elaborazione di una convenzione colmerebbe un’importante lacuna giuridica. “Sarebbe complementare e in linea con Sendai e non un puro esercizio di sviluppo progressivo del diritto internazionale staccato dalla pratica degli Stati e dal diritto esistente, senza alcun valore aggiunto rispetto agli accordi di soft law in termini di certezza, prevedibilità e preparazione”. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli