8.9 C
New York
mercoledì, Maggio 22, 2024

Terremoti in Siria e Turchia: Onu accelera gli aiuti di emergenza attraverso il WFP

ROMA, 10 FEBBRAIO – L’Onu, attraverso il World Food Programme, accelera gli aiuti alle regioni della Siria e della Turchia colpite dei devastanti terremoto. L’Agenzia ONU con sede a Roma ha consegnato assistenza alimentare di urgente necessità a 115.000 persone in nei primi quattro giorni dalla tragedia che ha causato oltre 20mila vittime e lasciato decine di migliaia di persone all’aperto con temperature gelide. Le distribuzioni di cibo sono in corso.

“Stiamo fornendo soprattutto pasti caldi, razioni di cibo pronte all’uso e pacchi di cibo per famiglie – alimenti che non richiedono cottura e che possono essere consumati immediatamente”, ha detto Corinne Fleischer, Direttrice regionale WFP per il Medio Oriente e il Nord Africa. “Per le migliaia di persone colpite dal terremoto, il cibo è uno dei bisogni principali in questo momento. La nostra priorità è farlo arrivare rapidamente alle persone che ne hanno bisogno”.

WFP-supported hot meals are distributed to displaced people in Aleppo, Syria, on 7 February following earthquakes. Photo: Al-Ihsan Charity
WFP-supported hot meals are distributed to displaced people in Aleppo, Syria, on 7 February following earthquakes. Photo: Al-Ihsan Charity

Il WFP ha lanciato un appello per 77 milioni di dollari per fornire assistenza con razioni alimentari e pasti caldi a un totale di 874.000 persone colpite dal terremoto in Turchia e in Siria, inclusi 284.000 nuovi sfollati in Siria e 590.000 persone in Turchia, tra cui 45.000 rifugiati e 545.000 sfollati.

Questi gli aggiornamenti operativi per la Siria e la Turchia:

In Siria Il WFP ha raggiunto un totale di 43.000 persone in Siria con pasti caldi e razioni pronte all’uso. Grazie al preposizionamento di cibo all’interno del Paese, il WFP dispone di razioni pronte per 100.000 persone e di scorte di razioni familiari sufficienti a coprire il fabbisogno di 1,4 milioni di persone per un mese – queste ultime necessitano di essere cucinate e sono pronte per essere distribuite. In particolare, nella Siria nordoccidentale, circa 23.850 persone colpite hanno ricevuto, attraverso i partner del WFP, razioni alimentari pronte all’uso per una settimana.

In Turchia il WFP sta fornendo a un totale di 73.000 rifugiati e sfollati a causa del terremoto pacchi alimentari per famiglie per coprire il fabbisogno alimentare per una settimana. Il 9 febbraio, il WFP ha consegnato pacchi di cibo al campo di Osmaniye Cevdetiye a 18.000 sfollati turchi e siriani colpiti dal terremoto. Il WFP ha consegnato razioni alimentari supplementari per 54.000 persone nei campi di Adana, Hatay, Kilis e Kahramanmaraş. Le squadre del WFP stanno inoltre consegnando cibo alle città del sud-est della Turchia impegnate nell’ampliamento delle mense che forniscono pasti cucinati ogni giorno alle persone colpite dal terremoto. Il cibo servirà a preparare pasti nelle cucine comunali che saranno distribuiti quotidianamente per due settimane a circa 200.000 persone colpite dal terremoto nelle province di Gaziantep, Hatay, Kilis e Kahramanmaraş.

Il WFP aumenterà l’assistenza ai rifugiati siriani e fornirà razioni alimentari ai cittadini turchi sfollati a causa del terremoto e ospitati nei campi di accoglienza temporanea. I rifugiati ricevono normalmente assistenza in buoni elettronici, tuttavia, a causa dell’impossibilità per i supermercati di accettare i voucher, l’assistenza verrà ora fornita sottoforma di pacchi di cibo. Il WFP continuerà a calibrare il suo piano di risposta in base alle necessità. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli