8.9 C
New York
lunedì, Maggio 27, 2024

AIEA: chiusa conferenza presieduta da Italia, focus su tutte le emergenze attuali

VIENNA, 3 OTTOBRE – Si è conclusa la 66ª Conferenza Generale dell’Agenzia Internazionale per l’ Agenzia Atomica (AIEA) i cui lavori sono stati presieduti dall’ambasciatore italiano Alessandro Cortese, Rappresentante Permanente d’Italia presso le organizzazioni internazionali a Vienna. 
In un momento di particolare urgenza per la situazione politica internazionale, con particolare riferimento alla crisi Ucraina, i delegati alla  hanno discusso del rafforzamento delle attività legate alla scienza, alla tecnologia e alle applicazioni nucleari, alle attività di sicurezza nucleare dell’AIEA e al rafforzamento dell’efficacia e del miglioramento dell’efficienza delle salvaguardie dell’Agenzia.

Sono state affrontate anche  tematiche di estrema attualità quali la sicurezza delle centrali nucleari ucraine con particolare riferimento a quella di  Zaporizhzhia, il dossier iraniano, quello nord-coreano e il patto trilaterale di sicurezza AUKUS tra Australia, Regno Unito e Usa.
Da parte sua l’Italia non solo è stata protagonista della Conferenza Generale perché ne ha assunto la Presidenza ma soprattutto per l’eccezionale visibilità e partecipazione agli eventi organizzati presso uno stand espositivo permanente realizzato insieme all’Unione Europea e alla Romania presso la ‘rotunda’ del Vienna International Center, principale punto di passaggio del complesso di edifici delle Nazioni Unite a Vienna.
Lo spazio espositivo ha fornito un’occasione di networking per le istituzioni pubbliche e le imprese private attive nel settore nucleare, nonché unavetrina per illustrare lo stato dell’arte nella ricerca scientifica e tecnologica nel settore.
Lo stand è stato inaugurato alla presenza del Commissario UE all’energia Kadri Simons, del Direttore Generale dell‘AIEA Rafael Mariano Grossi, dell’ambasciatore Cortese, dal Capo Delegazione UE e dal Rappresentante Permanente romeno ed ha ospitato ogni giorno brevi seminari su applicazioni nucleari, aspetti di sicurezza e progressi nella ricerca di tecnologie innovative coinvolgendo – per la parte italiana- imprese del settore (Ansaldo Nucleare, SIET, CAEN, ENI), mondo accademico (Politecnico di Milano e Politecnico di Torino) enti pubblici e centri di ricerca (ENEA, ISIN, SOGIN, INFN, Opificio delle Pietre Dure di Firenze).

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli