8.9 C
New York
giovedì, Maggio 30, 2024

Libia: inviato Onu Kubis a Roma, vede Lamorgese e Di Maio

ROMA, 12 MAGGIO – L’inviato speciale della Nazioni Unite per la Libia, Jàn Kubis, e’ oggi a Roma dove ha avuto incontri con il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, e con il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

Al Viminale, Lamorgese ha confermato a Kubis l’intenso e continuo impegno del governo italiano per “consolidare la cornice di sicurezza in Libia” anche al fine di “rafforzare le capacità di gestione delle frontiere terrestri e marittime da parte delle autorità libiche”. Il ministro ha anche sottolineato la necessità che “l’Unione europea sia maggiormente coinvolta nella gestione del fenomeno migratorio che ha radici al di fuori della Libia e la vede come Paese di transito”. Secondo Lamorgese, il maggior coinvolgimento dell’Unione europea a fianco della Libia “passa anche attraverso la preziosa attività delle agenzie delle Nazioni unite, con l’Unhcr e l’Oim in prima fila, alle quali è riconosciuta autorevolezza, competenza ed esperienza”.

Di Maio ha a sua volta confermato a Kubis il pieno sostegno dell’Italia all’azione dell’Onu il Libia. L’incontro ha permesso uno scambio di vedute sulla transizione istituzionale e l’importanza del calendario elettorale. E’ stata inoltre ribadita la centralita’ delle missioni europee Irini e Eubam Libya. Guidata dall’ammiraglio italiano Fabio Agostini, Irini (in greco “pace”) e’ una missione militare creata nel marzo 2020 dal Consiglio d’Europa per porre in atto l’embargo delle ami decretato dall’Onu con mezzi aerei, satellitari e marittimi. Il suo mandato prevede la possibilita’ di ispezionare navi nelle acque internazionali al largo della Libia in accordo con la risoluzione 2292 del Consiglio di Sicurezza. Eubam Libya e’ la missione civile europea che appoggia le autorita’ libiche nella lotta alle reti criminali impegnate nel traffico di migranti e terrorismo. La missione ha sede a Tripoli e dallo scorso febbraio e’ guidata dall’italiana Natalina Cea.

Di Libia Di Maio ha parlato anche con il collega tedesco Heiko Maas esprimendo la disponibilita’ italiana a sostenere l’iniziativa tedesca per la convocazione di una nuova riunione ministeriale nel formato “Berlino” a giugno. “Attribuiamo grande importanza
all’azione congiunta di Italia e Germania, nell’ambito del processo di Berlino, a sostegno del processo a guida Onu per giungere alla stabilizzazione del Paese”, ha detto Di Maio:
“Negli ultimi mesi – ha aggiunto – abbiamo assistito a sviluppi incoraggianti, che a marzo hanno portato alla designazione di una nuova autorità esecutiva transitoria, la
prima rappresentativa dell’intero Paese dal 2014. Dobbiamo però fare esercizio di realismo e ricordare che ancora molto resta da fare in vista del traguardo delle elezioni il 24 dicembre prossimo”, citando a questo proposito il ritardo per l’adozione del bilancio nazionale e lo stallo per la riapertura della strada costiera Sirte-Misurata. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli