8.9 C
New York
domenica, Luglio 21, 2024

Carta dell’Onu: Zappia, valori fondanti attuali e necessari in mondo in subbuglio

(Arturo Zampaglione) NEW YORK, 9 GENNAIO – “Come nel 1945, i valori fondanti delle Nazioni Unite, codificati dalla Carta, sono quanto mai attuali e necessari, a fronte delle crescenti tensioni globali e del proliferare di crisi regionali,” ha detto la Rappresentante Permanente italiana all’ONU, Ambasciatrice Mariangela Zappia, intervenendo al dibattito del Consiglio di Sicurezza sulla Carta delle Nazioni Unite.

“Nonostante le critiche che vengono mosse oggi al sistema multilaterale, crediamo che la sola risposta possibile sia più multilateralismo. Le Nazioni Unite hanno la capacità di assicurare un approccio multidimensionale – che combina prevenzione, sicurezza, sviluppo, stato di diritto, rispetto dei diritti umani, lotta al cambiamento climatico – e porre così le basi per una pace sostenibile. Nondimeno, l’Organizzazione deve adattare i suoi strumenti a una realtà sempre più complessa. L’Italia sostiene fortemente il processo di riforma promosso dal Segretario Generale per rendere l’ONU più efficace, in grado di fare di più e meglio per la pace e il benessere globali,” ha detto la Zappia secondo cui “maggiore spazio ai giovani ed effettiva parità di genere, a cominciare dai tavoli in cui si prendono le decisioni, sono due elementi fondamentali per raggiungere questo obiettivo.”

La Zappia ha colto l’occasione del dibattito sulla Carta del’Onu per ricordare che “l’azione dell’ONU riformata deve continuare a fondarsi su uno spirito di collaborazione e responsabilità condivisa tra gli Stati membri. Questo stesso principio ispira anche la posizione italiana sulla riforma del Consiglio di Sicurezza, che riteniamo debba renderlo più rappresentativo, democratico, responsabile, efficace e trasparente.” (@OnuItalia)

Arturo Zampaglione
Arturo Zampaglionehttps://onuitalia.com
Arturo Zampaglione è stato per quasi venti anni corrispondente da New York del quotidiano La Repubblica, per il quale continua a collaborare. Ha studiato a Roma e a Boston, dove ha preso un Master in affari internazionale alla Fletcher School of Law and Diplomacy. Nel 2003-2004 ha insegnato giornalismo internazionale alla New York University. Ha curato la pubblicazione del libro-intervista “La mutazione antiegualitaria” (Editori Laterza).

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli