8.9 C
New York
lunedì, Maggio 27, 2024

Stefano Pontesilli è il nuovo ambasciatore d’Italia a Conakry (Guinea)

ROMA, 6 GENNAIO – “Economia, sviluppo, equità. Il sistema Italia accompagnerà lealmente la Guinea in questa delicata fase di profondo rinnovamento morale e istituzionale, nel rispetto dei principi democratici e dei diritti fondamentali”. L’ambasciatore Stefano Pontesilli descrive in un Tweet della Farnesina le sfide e le priorità che caratterizzeranno il suo mandato in Guinea-Conakry, un paese la cui  importanza strategica per le relazioni bilaterali è destinata a crescere progressivamente, come testimoniato dall’apertura dell’ambasciata nel 2017.

E’ un paese relativamente stabile dal punto di vista politico e sociale, impegnato in una fase di progressivo sviluppo economico e del tenore di vita degli abitanti. Ciononostante, il costo della vita e della produzione rimangono tendenzialmente bassi, motivo di attrazione per potenziali investimenti nei settori in via di sviluppo, in particolare quello agricolo e ittico, e quello della produzione di energia idroelettrica. In tutti questi settori, infatti, le potenzialità sono alte per via delle condizioni climatiche favorevoli, ma le infrastrutture rimangono poco sviluppate per via della mancanza di fondi. Il ruolo principale dell’ambasciatore Pontesilli sarà allora quello di attrarre investitori italiani nella regione, caratterizzata da una forte presenza francese e ancora troppo dipendente dall’industria estrattiva. La Guinea ha infatti ingenti riserve di minerali, tra i quali l’ambita bauxite, ma anche di oro e diamanti, con tutte le problematiche connesse al processo estrattivo, spesso condotto in violazione dei diritti umani fondamentali, altro campo in cui la cooperazione bilaterale dovrà necessariamente indirizzare i suoi sforzi.

L’ambasciatore Pontesilli, che prende il testimone dal collega Livio Spadavecchia, entra in carriera diplomatica nel 1990 presso gli Affari economici prima e Contenzioso diplomatico poi. Il primo incarico all’estero e’ nel 1993 a Giakarta, poi comincia una lunga carriera di servizio in Africa. Dal 1996 al 1999 in Angola, poi Mozambico fino al 2001. Breve parentesi di un anno presso la Farnesina, Cooperazione economia e finanziaria multilaterale, poi dal 2002 al 2006 è console generale in Nigeria, e fino al 2008 in Venezuela. Poi il ritorno alla Farnesina, dove si occupa sempre del continente africano in qualità di Direttore generale Paesi dell’Africa sub-sahariana fino al 2010, quando prende servizio a Yaoundé (Camerun) fino al 2014, poi Asmara (Eritrea) fino al 2017 e Abuja (Nigeria) fino alla nomina in Guinea. (@giorgiodelgallo)

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli