8.9 C
New York
sabato, Luglio 20, 2024

RSF: 32 reporter uccisi da gennaio, “serve rappresentante speciale”

PARIGI, 2 NOVEMBRE – Ventotto giornalisti e altri tre assistenti di giornali e tv – un totale di 32 operatori dei media – sono stati assassinati dall’inizio dell’anno nell’esercizio del loro mestiere, un numero in calo rispetto al 2019 a causa della crisi sanitaria da Coronavirus, ma che resta comunque “preoccupante”: è quanto sottolinea l’Ong Reporters sans Frontières (RSF) in occasione della ‘Giornata Internazionale per la fine dell’impunità per i crimini perpetrati contro i giornalisti’.

L’Ong ribadisce l’appello al segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, affinché crei un posto di “rappresentante speciale per la sicurezza dei giornalisti”.

Nel 2019, erano stati 49 i giornalisti uccisi nel mondo, un numero anche in quel caso in netto calo rispetto all’anno precedente. (@OnuItalia)

OnuItalia
OnuItaliahttps://onuitalia.com
Il giornale Italiano delle Nazioni Unite. Ha due redazioni, una a New York, l’altra a Roma.

Articoli Correlati

Rimani Connesso

4,527FansMi piace
7,156FollowerSegui

Ultimi Articoli